Discussione:Pistola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crystal Clear app ksirtet.png Questa voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Crossed sabres.svg Guerra
Monitoraggio non fatto.svg
nc Nessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
nc Nessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
nc Nessuna informazione sulla attendibilità delle fonti. (che significa?)
nc Nessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Citazione iniziale[modifica wikitesto]

Cosa c'entra con il resto dell'articolo? mi sembra che i toni e gli argomenti siano tutt'altri --kelvin 14:40, 24 giu 2007 (CEST)

La citazione l'ho messa io. IMHO la citazione dev'essere curiosa, interessante e non necessariamente essere "parallela" al testo dell'articolo. Ho citato quel passo di Gomorra perchè dà l'idea di che cosa, talvolta, significhi quell'oggetto in certe circostanze e situazioni. Indubbiamente c'entra poco con il testo - prettamente tecnico - ma io credo che il problema sia che questa venga accettata o meno dalla comunità. Aspettiamo altri interventi, per il momento, eventualmente procediamo. --Hanyell29 20:23, 24 giu 2007 (CEST)
La citazione è secondo me da togliere, visto che c'entra come i cavoli a merenda. --Remulazz... azz... azz... 00:18, 1 ago 2007 (CEST)

Correzioni varie[modifica wikitesto]

Ho corretto "semiautomatica" con automatica in quanto è un grave errore concettuale considerare una pistola del tipo della 92f o 1911 come semiautomatiche. Inoltre la capienza media di una pistola automatica non è 13(!!) proiettili, bensì 9. A dirla tutta è molto raro trovare pistole che superino i 15 proiettili senza uso di caricatori maggiorati.

scusami tanto, la dizione utilizzata da te era valida fino agli anni cinquanta, in italia, vista l'ignoranza anche di chi si dice "competente" è rimasta utilizzata fino ad oggi ed anche in ambito legislativo, ma le pistole semiautomatiche sono tutte quelle che hanno un meccanismo che non consente il fuoco a raffica, cioè automatico. la 93R è automatica, la 92 è semiautomatica-doppiazione mentre per esempio la colt 1911 o la beretta 1934 (che suppongo sarà ignota visto che i videogiochi ed i film magari la snobbano) sono semiautomatiche-singola azione. La confusione dei termini samiautomatico e automatico è nata quando erano ritenute le rivoltellel semiautomatiche e le pistole semiautomatiche, automatiche in quanto quelle relamente automatiche sono comparse successivamente. concordo quindi con eil commento successivo Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.40.57.171 (discussioni · contributi) .
Concordo con quanto scritto dall'IP qui sopra, anche se un pò affrettatamente ha espresso principi fondamentali e aggiungo a quanto scritto ancora sopra che è anche una grossolana imprecisione dire che "molto raro" trovare pistole di capacità superiore alle 15 munizioni, peggio ancora limitarla a 9, diciamo piuttosto che è una questione di monofilare o bifilare e di calibro: una bifilare da 9mm. può essere normalmente da 16 colpi nel caricatore. Tanto per fare un esempio, io ne ho una comunissima (la Walther P99) da 16 ed una Pardini PC9S da 17 colpi, forse non molto diffusa ma che non ha niente di strano e non necessita di caricatori maggiorati. --Elwood (msg) 23:59, 10 giu 2011 (CEST)


Le ricordo che "pistola semiautomatica" è la dizione corretta. "pistola automatica" significa che è un'arma capace di sparare a raffica e di armi corte di questo genere ne esistono poche. Inoltre nella voce è chiaramente detto che dopo ogni colpo è necessario tirare ancora il grilletto per sparare di nuovo: quindi stiamo parlando di semiautomatica. Veda il sito del Giudice Mori all' url http://www.earmi.it/armi/pistola.htm Cordialmente--Ricce 17:11, 29 feb 2008 (CET)


La pistola a tamburo o "REVOLVER" (dall'inglese "to revolve") o "RIVOLTELLA", non è assulutamente un'arma semiautomatica!!! Le armi semiautomatiche E automatiche sono così chiamate poichè espellono il bossolo sparato automaticamente. Non mi risulta che una REVOLVER estree automaticamente i bossoli sparati; infatti in alcune vi è il tamburo basculante sul lato e in altre il tamburo è basculante come alcuni fucili da caccia (sovrapposti, doppiette, monocolpo ecc...), proprio per permettere la rimozione e l'inserimento delle pallottole a mano! Correggete gentilmente..............................................

no un arma semiautomatica permette di sparare in sequenza e basta, senza dover caricare ogni volta, il fatto che espelle i bossoli o no non influisce sulle caratteristiche di automatismo.--79.7.19.217 (msg) 12:29, 21 gen 2011 (CET)

>>>>>>>>>>>>>>>>>>erreore, esistono diverse rivoltelle semiautomatiche e doppia azione

Apporti vari[modifica wikitesto]

Ho introdotto le necessarie correzioni tenendo presente anche l'obbiezione dell'Anonimo sopra riportata. Ho tolto il "Senza fonti" ed ho aggiunta la bibliografia essenziale ed il link al sito del Giudice E. Mori. La voce era già comunque scritta piuttosto bene! Cordiali saluti a tutti --Ricce 14:35, 2 mar 2008 (CET)


>>>>>>>>>>>>>ho modificato la parte introduttiva e mi sono permesso di sopprimere la sottosezione pistole nella concezione comune in quanto mi pareva superflua e soprattutto scritta da un dodicenne incompetente.

Rimozione di immagine[modifica wikitesto]

Mi sono permesso di rimuovere l'immagine della Webley-Fosbery: era un'arma che sparava in modalità semiautomatica e non a raffica. Cordialmente ---Ricce (msg) 15:17, 30 gen 2009 (CET)

............Ma la ho reinserita (insieme alla Mateba)in un paragrafo apposito dal titolo "Pistola semiautomarica a tamburo" ---Ricce (msg) 16:02, 30 gen 2009 (CET)

Affermazioni di dubbia validità[modifica wikitesto]

Per le "pistole scarrellanti" vengono citati i seguenti difetti:

"la rumorosità di armamento;" Non è necessariamente vero. Se il carrello viene accompagnato è silenziosissima.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<questo è vero, ma in quale film a cui probabilmente si sono ispirati per scrivere quest'articolo si vede che una semiautomatica è armata in modo silenzioso? quindi è diventata regola... ragazzi cari, non è concepibile che per un progetto di un'enciclopedia che abbia un carattere di attendibilità chiunque scriva ciò che gli viene in mente senza nè verificare nè chiedersi se è vero...

"l'elevato grado di addestramento necessario per padroneggiarla con sicurezza (probabilità di ferirsi durante lo scarrellamento dell'arma) ed efficienza;" "la complessità delle operazioni di smontaggio e pulizia;" Per esperienza personale trovo queste due ultime affermazioni molto opinabili. Non presentano maggiori difficoltà rispetto a pistole a tamburo; e trovo improbabile anche il ferimento a causa del carrello. (che fino adesso ho visto solo in una puntata di CSI...)

"la necessità, in caso di inceppamento, di liberare l'unica camera di cartuccia scarrellando nuovamente;" Questa è vera, però approfondirei. Più che di inceppamento parlerei di mancata combustione delle polveri; in una a tamburo basta premere la leva di sparo per passare al colpo successivo; ma in caso di vero e proprio inceppamento sono comunque dolori; però c'è da dire che un inceppamento di tipo meccanico è estremamente improbabile sia nelle pistole a tamburo che in quelle a massa battente. Invece una cosa che non può succedere in un tamburo ma che può accadere in una "scarrellante" è l'inceppamento dato dal non corretto incameramento del proiettile a causa della forma non ottimale dello stesso o della molla di recupero (improbabile) o del caricatore un po' debole: in buona sostanza si incastra un po' storto il colpo; l'unica è riarmare. Cioè, secondo me, in buona sostanza il difetto non è il dover togliere l'inceppamento scarrellando, ma il fatto che possa verificarsi più facilmente rispetto al tamburo.

"la sensibilità alle variazioni climatiche (il freddo intenso può gelare l’olio di lubrificazione) e alle infiltrazioni di sporco;" I meccanismi di azionamento di una pistola a tamburo non sono meno sensibili; anzi, direi che i moderni lubrificanti per armi risentono delle condizioni climatiche molto meno dell'essere umano, che io sappia.

Concludo il commento dicendo che i miei commenti sono dati dalla mia esperienza, sono quindi una modesta opinione e nulla più; quindi voi wikipediani seri decidete voi se è il caso di approfondire e correggere oppure no. Buona giornata a tutti

>>>>>>>>>>>>>>>>>>a me paiono una serie di notizie atecniche e di dubbia attendibilità scusate tanto, questa pagina è zeppa di errori tecnici e di nomenclatura, ce ne sono veramente tanti, tralaltro mi sembra che sia stata fatta confusione riguardo le tipologie e le categorie...

altre due notazioni fondamentali: l'uso dell'italiano sarebbe credo fondamentale nella versione italiana di un'enciclopedia e non ha molto senso usare termini stranieri come principali (revolver) se c'è quello corrispettivo italiano...è poco enciclopedico ciò...

poi le note sui PREGI/DIFETTI di pistole e rivoltelle sembrano scritti da una persona che non ha mai tenuto in mano una pistola (o che se l'ha fatto è un miracolo che sia ancora vivo...)...chi è così deficiente che per controllare se una rivoltella e carica o meno se la punta contro per vedere se ci sono o no proiettili nel tamburo!?!?!?!?!? e poi il discorso dell asilenziosità...e non c'è manco mezza notazione tra i pregi e difetti che concerna lo smontaggio o la manutenzione o la rusticità...è assurdo!!!


Credo che gran parte della voce sia stata scritta da bambocci che giocano a "Call of Duty" che non hanno mai preso in mano una pistola vera. La Webley e la Mateba (ne ho vista una) NON sparano a raffica tant' è che sono detenibili dai civili in Italia. Quanto ad altre demenze lasciamo perdere (Borchardt si scrive!) Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 2.34.244.42 (discussioni · contributi) .