Discussione:Fusione perfetta del 1847

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ho estrapolato i dati dall'ultimo libro di Casula scritto per i 150 anni dell'Unità d'Italia. E' una versione "bivalente" in entrambe le lingue italiana-sarda. Tengo ad informare che il numero ISBN riportato è corretto, anche se ancora non reperibile sul web. Ciao, --Geoide (msg) 21:23, 29 feb 2012 (CET)

Siotto come fonte delle manifestazioni popolari a favore[modifica wikitesto]

Ho fatto rb alle modifiche sulla fonte delle manifestazioni popolari pro-fusione. Se dobbiamo contestare la veridicità di una fonte, bisogna farlo esplicitamente, altrimenti essa fa fede; oltretutto, nella Storia civile Siotto era già decisamente contrario ("o se allora meno vociato e più riflettuto si fosse!" o qualcosa del genere, vado a memoria), quindi non si può scrivere nel testo "colui che l'aveva maggiormente caldeggiata" come se fosse un'informazione di parte, se proprio lo si vuole citare era proprio della parte contraria (allora)! --vadsf (msg) 23:12, 9 lug 2013 (CEST)

Io rimango francamente assai perplesso di fronte all'asserzione per cui (così parrebbe) tale fantomatica unione amministrativa con i possedimenti piemontesi della Terra Ferma fosse stata richiesta a furor di popolo: cosa, allora, si intende per "popolo" (categoria che, rammentiamo, è quanto di più piglia-tutto si possa scegliere nell'esposizione di un argomento storico)? Quandanche la fonte risultasse fededegna, sarebbe da chiarire questo (non così piccolo, a parer mio) particolare! Dk1919 (msg)
Mai visti cambiamenti amministrativi a furor di popolo, al più le classi colte forse iniziavano a capire che o ci si allineava alla struttura dei grandi stati europei, oppure veniva perso il carro della storia. In ogni caso sarebbe interessante avere fonti che spieghino piu' ampiamente cosa avvenne e cosa cambio' da prima a dopo, in pratica non nella carta bollata o distribuzione di titoli. L'argomento e' sempre trascurato anche nei testi più pedissequamente ortodossi sul risorgimento. --Bramfab Discorriamo 18:39, 11 lug 2013 (CEST)
Va bene, allora propongo di modificare così: "L'estensione delle riforme era stata richiesta, oltre che da manifestazioni popolari e da auspici della nobiltà, soprattutto dal notabilato e dalla borghesia sarda...." ecc.: se sostituiamo richiesta a voluta e manifestazioni popolari a popolo mi pare che si spieghino più chiaramente i fatti (la "volontà" è più un'adesione interiore e quindi meno oggettiva, o almeno meno oggettivamente dimostrabile rispetto al fatto che - cito sempre dalla Storia civile - un numero impressionante di persone scese in piazza invocando la fusione a gran voce, numero superiore a quello dei nobili e dei pochi borghesi e forma di espressione quasi rivoluzionaria per l'epoca, ma che non resterà isolata: nei moti di tutta Europa del 1848 - pochi mesi dopo! - la grande novità fu proprio la partecipazione delle masse almeno cittadine rispetto alle congiure di pochi carbonari o ufficiali; siamo ormai in pieno Risorgimento, si tratta di cambiamenti politici e non solo amministrativi). Correlativamente ho tentato di precisare anche il ruolo della nobiltà, benché la forma sia più vaga e per il contenuto occorrerebbe trovare qualche fonte più precisa. Fra l'altro anche "nobiltà" è una categoria polivalente, posto che tra gl'intellettuali illuministi dello stamento militare e i grandi feudatari non c'erano poi tanti punti in comune. --vadsf (msg) 02:34, 12 lug 2013 (CEST)

Ma non ci sono info su qualcosa di più concreto, tipo dove, quando e come si esplicito' la volontà o il desiderio delle varie parti? Francamente mi sembra piu' una operazione di palazzo per semplificare il controllo e la gestione dello stato, sul tipo dell'unificazione del Regno delle due Sicilie fatta un tre decenni prima, con differenza che in quel caso la Sicilia divenne poco più di una colonia, perdendo anche una costituzione "avanzata", mentre qui nessuno ebbe da recriminare (a parte forse qualche isolazionista, categoria sempre presente), a quanto sembra. --Bramfab Discorriamo 10:06, 12 lug 2013 (CEST)

Concordo.Dk1919 (msg)
Un'idea di come andarono le cose è la versione data da Eliseo Spiga: [1], le pubbliche manifestazioni pro fusione furono quelle di Cagliari e Sassari nelle quali si chiedeva + riforme + libertà + economia. A queste manifestazioni popolari risposero i Savoia - dopo la fusione - con lo stato di assedio di Lamarmora e Durando. Peccato che Francesco Cesare Casula qua su Wikipedia crea orticaria a tanti, altrimenti nel suo "La Storia di Sardegna" la fusione del 1847 è ben spiegata. :-) --Shardan (msg) 11:08, 12 lug 2013 (CEST)
Prima o poi nell'800 tutte le principale città d'italia si beccate i bersaglieri! (;-( --Bramfab Discorriamo 12:35, 12 lug 2013 (CEST)
Il testo a cui si rinvia non so se sia una sintesi non documentata del lavoro che vi si cita che invece potrebbe essere scientifico, ma così come appare in quel sito è propagandistico e non certo scientifico, come appare dal linguaggio. Quanto alle Due Sicilie, quell'unificazione fu un atto imposto di razionalizzazione amministrativa in chiave centralistica, mentre per la Sardegna fu la logica conseguenza dell'adesione al movimento risorgimentale: se si voleva unificare l'Italia (con tutti i dubbi che c'erano nel 1847), aveva senso cominciare ad unificare Sardegna e Stati di terraferma. Salvo poi mettere in dubbio, vedendone gli esiti molti anni dopo, l'una e l'altra unità. --vadsf (msg) 01:00, 15 lug 2013 (CEST)
Imho, bisognerebbe leggere la versione di Eliseo Spiga come quella di un lucido intellettuale profondo conoscitore della storia sarda, slegandola dalla sua appartenenza ideologica al PCI prima e al sardismo poi. A riguardo della Perfetta fusione dovrebbe interessarci assai invece la sua analisi (che fu anche quella proposta da Girolamo Sotgiu [2]) la quale chiamava in causa le grosse responsabilità che in quei frangenti ebbe la borghesia dell'Isola quando sciaguratamente scelse di legarsi alle sorti della borghesia piemontese anziché alle sorti della Sardegna e del suo popolo. Da una parte il popolo che chiedeva riforme (non necessariamente legate alla fusione), dall'altra parte la borghesia il cui solo interesse era quello di garantire maggiore sicurezza al suo capitale. Imho, credo che questo punto di vista sia interessante per il lettore wikipediano, citando Spiga e Sotgiu come fonti--Shardan (msg) 15:59, 15 lug 2013 (CEST)
(Chiedo scusa, ma che significa imho? lo trovo spesso, ma mai spiegato... Prescindendo dall'incomprensione di questa parola:) La versione proposta nel link forse è influenzata da appartenenze ideologiche, ma è espressa in termini evidentemente emotivi e non va bene per un'enciclopedia. Se l'autore è un "lucido intellettuale profondo conoscitore della storia sarda" non dovrebbe essere difficile trovare un suo testo sull'argomento che sia valido anche ai nostri scopi. --vadsf (msg) 00:35, 21 lug 2013 (CEST)
Che significa Imho - se vuoi - lo puoi trovare qui: [3]; chi era Eliseo Spiga - se vuoi - qua: [4] c'è la sua biografia. Il testo di E. Spiga che vai cercando, molto probabilmente è questo: [5]. Saludos --Shardan (msg) 22:32, 21 lug 2013 (CEST)
La differenza fra Due Sicile e stato sardo e' molto opinabile, anche perché il proseguo fu il medesimo: perdita di autonomia, scomparsa dei governi locali e "regione autonoma" con la Repubblica. La maggior differenza furono le continue rivolte siciliane, che nella fusione vide una vera e propria annessione non voluta da nessuna componente siciliana.
Piuttosto non ci sono testi sugli "stati di terraferma'" riguardo la fusione? Tanto per completare il quadro per ora monco.--Bramfab Discorriamo 11:39, 16 lug 2013 (CEST)

Evitiamo POV nazional-campanilistici politici[modifica wikitesto]

Scrivere "nonché la presa di coscienza politica di quella parte dei Sardi convinta" in luogo di "nonché la presa di coscienza politica di quella parte della popolazione sarda" significa che wikipedia avalla una connotazione politica al termine "Sardi" e questo va contro la neutralità dell'enciclopedia, che non può diventare un manifesto di istanze politiche. --Bramfab Discorriamo 21:40, 11 apr 2015 (CEST)

Invece non si capisce (e si prega di spiegare nel dettaglio) perché e come il termine in sé e non una sua perifrasi, che comunque denota lo stesso identico concetto (rendendo, fra l'altro, la frase inutilmente verbosa ed eliminando una voce di redirect), convogli determinate idee politiche. Ad ogni modo, modifico ulteriormente la voce parlando di "isolani".--Dk1919 (msg) 22:55, 11 apr 2015 (CEST)
Ricordo: Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale! --Bramfab Discorriamo 23:28, 11 apr 2015 (CEST)
Sì, grazie per la nota, fortunatamente non necessaria dal momento che, sai, risulto qui iscritto dal 2009 e risulto informato di tali cose. Ora, anziché minacciarmi in maniera neanche tanto velata di eventuali ritorsioni nella mia bacheca, potresti delucidare me e chi altri legge sul motivo per cui né un termine, né l'altro risultino neutrali? Oppure a disturbare sarebbe un redirect? In che modo ciò renderebbe la voce ideologicamente schierata? Grazie.--Dk1919 (msg) 00:08, 12 apr 2015 (CEST)
Perchè in storia quando si scrive il nome di un gruppo di persone con l'iniziale maiuscola si intende che per quel periodo quel Gruppo e' distinto come Gruppo/popolo-nazione dagli altri Gruppi/popolo-nazione coevi, e questo lo sai benissimo, da quando con la tua prima modifica non condivisa https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fusione_perfetta_del_1847&diff=next&oldid=71926304 hai caparbiamente inserito l'iniziale maiuscola. E dato che sei tu che hai fatto la modifica ad un testo da tempo inalterato sei tu che devi trovare l'accordo per la modifica.--Bramfab Discorriamo 00:29, 12 apr 2015 (CEST)
A dir la verità, più che per il motivo (da te supposto e non provato, fra l'altro, cosa di per sé censurabile per mala fede nonché sanzionabile per tentativo di member war) che menzioni tu, per *ogni* popolazione che riporto sono abituato, qui su Wikipedia, ad apporre l'iniziale maiuscola (Italian, Sardinian, Faroese, English, Japanese, etc.) , per via del fatto che nella Wiki inglese ciò risulta prassi e risulta poco elegante il contrario. Ad ogni modo, quel particolare mezzuccio di dissuasione per minaccia (che, più che conciliare una discussione pacata da community, mi ricorda una sinistra regolazione di conti) mi è stato da te recapitato in bacheca personale quando il suddetto motivo in capo al problema era ormai stato risolto, con la sostituzione dell'aggettivo incriminato in luogo del semplice termine di isolano, se davvero era quello l'oggetto di controversia.

Mi permetto di ricordarti che, a tal proposito, Wikipedia promuove il principio Be bold, per cui è *lecito* che io, avendo cura di riportare fonti, riporti integrazioni ulteriori concernenti un testo da tempo inalterato in una wiki (cosa che forse troverai normale, ma è preoccupante, essendo indice di qualche problemino), la quale risulta essere invece ontologicamente caratterizzata da dinamismi continui.

Ora, non è corretto applicare revert ad ogni piè sospinto per un intervento singolo, quando quest'ultimo, letto il template, nemmeno era alla base della polemica che alla fin fine riguardava un intero paragrafo. Per smorzarne i toni ambigui, basta semplicemente riorganizzare quanto vi è scritto ed invitare a farlo nella pagina di discussione, piuttosto che minacciare.--Dk1919 (msg) 01:18, 12 apr 2015 (CEST)

Posto che la wiki inglese non fa ne fede ne fonte ne prassi nella wiki italofona, mentre piuttosto fa prassi l'utilizzo peculiare, nella storiografia in lingua italiana, dell'uso di lettere maiuscole e minuscole nel nome di popoli e popolazioni/abitanti di luoghi e di stati/nazioni, mentre fa regola in primis il pilastro Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale e il suo derivato ingiusto rilievo, spesso significa non approfittare di ogni dove per promuovere un POV.
Qui abbiamo una voce che tratta di un riordinamento di un regno composto da circa 7 territori. Viceversa la voce è monopolizzata da quanto avvenne in un solo territorio con ipotetiche valutazioni di un nazionalismo locale, supportate da citazioni di studiosi locali. Sarebbe come avere una voce sulle conseguenze della III guerra d'indipendenza concentrata sulla Lombardia, sul mancato riconoscimento della nazionalità dei Lombardi, fontata usando Gianfranco Miglio e affermare che non si vuole usare wiki per scrivere un manifesto politico POV, ma solamente essere "be bold"! --Bramfab Discorriamo 15:00, 12 apr 2015 (CEST)
Scrivere "nonché la presa di coscienza politica di quella parte dei Sardi convinta" in luogo di "nonché la presa di coscienza politica di quella parte della popolazione sarda" (ho fatto copia-incolla...) per me ha un significato assolutamente identico e nessuna connotazione politica, ma sarebbe così impossibile scrivere sardi? D'altronde la pagina esiste e questo non è POV:) L'aggiustamento isolani è proprio brutto...--Geoide (msg) 16:00, 12 apr 2015 (CEST)
Il punto è che all'utente in questione disturbava non tanto la modifica in sé, quanto il paragrafo! Ad ogni modo, oltre a fantasiosi bizantinismi concettuali (l'uso della maiuscola per un popolo/popolazione è sanzionabile in quanto costituirebbe un pericoloso messaggio subliminale di natura politica? Interesting) il paragone è poco calzante, in quanto non si parla di un Miglio, quanto di un'autorità quale Casula (uno dei migliori medievisti in Italia). Ad ogni modo, vedi che si riesce a ragionare civilmente, senza (troppe) illazioni, ambiguità e con parole corrette? Mi pare giusto che la tua nota venga estesa a tutta la pagina, allora, benché mi sembri normale parlare nella voce più dell'isola che ha dato il nome al regno, piuttosto che ai vari stati continentali di terraferma.--Dk1919 (msg) 16:16, 12 apr 2015 (CEST)
Non giriamoci attorno, il paragone che ho fatto e' calzante, se Casula e' "un" noto medievalista e a proposito nell'isola si era ancora nel medio evo nell'anno di grazie 1847?), Miglio era "un" noto costituzionalista e docente alla Cattolica.
Ancora non hai spiegato perché se l'uso della maiuscola sarebbe stato un bizantinismo, per quale motivo l'hai inserito e revertata piu' volte.
Il "mi sembri normale parlare nella voce più dell'isola che ha dato il nome al regno, piuttosto che ai vari stati continentali di terraferma" e' sempre un ingiusto rilievo, pur prendendo, o confermando il nome da un territorio, si tratta di una unione di circa 7 territori. Incidentalmente osservo che nella voce si vittimizzerebbe un territorio (che avrebbe perso o non guadagnato il titolo di nazione, non e' chiaro quale sia l'interpretazione corretta) in questo tuo discorso sembrerebbe che l'unione abbia esaltato il ruolo di un territorio che avrebbe dato e conservato il nome allo stato. Mi sembra che di riffa o di raffa ogni scusa sia buona per un ingiusto rilievo con inserimenti di commenti personali e opinioni (sia pure di noto e autorevole medioevalista), per propugnare altro rispetto al soggetto della voce che ripeto e' l'unione organica amministrativa di alcuni territori da più decenni già riuniti sotto una unica corona.--Bramfab Discorriamo 18:16, 13 apr 2015 (CEST)
First and foremost, take it easy. Oltre a suggerirti di moderarti nelle illazioni e ironie facili (Casula, lungi dall'essere un autore parziale, è uno degli storici più autorevoli in merito alla Sardegna), nonché (no offence intended) di rileggere un poco i tuoi commenti prima di rilasciarli, dal momento che fatico a seguire la tua punteggiatura, ti rammento che Wikipedia non è un forum di discussione sulle tue opinioni personali in merito alla voce. Quanto affermi (in parte frutto di considerazioni personali, in parte non privo di fondamento) non falsifica certo il quadro storico, supportato da fonti affidabili, né ne sancisce una supposta ingiustezza (in corsivo, in quanto, essendo un tuo parere, non risulta assoluto); piuttosto, indica la necessità di un approfondimento teorico in capo ai processi storici negli stati continentali, nella voce (questo è vero) tralasciati, cui *tu* per primo, oltre al materiale già disponibile, potresti anche contribuire. Il resto sono solo tue, anche qui personalissime, illazioni riguardo a fatti la cui natura ho già spiegato più volte. Repetita iuvant: stavi cancellando una formula di redirect, oltre a ripristinare una perifrasi inutilmente verbosa per quanto si può esprimere con un termine solo (se poi a disturbarti è esso in sé, non ci posso fare nulla). Nessuno avrebbe avuto da ridire se, come detto dall'utente Geoide, lo avessi modificato ponendo l'iniziale minuscola in luogo di quella maiuscola. Evidentemente non pago, dopo che ho apportato un aggiustamento sostantivale mi hai postato in bacheca personale un messaggio dal sapore neanche tanto velatamente dissuasivo. Forse è meglio che tu ammetta di avere, quantomeno, agito impulsivamente per via di un equivoco. Altrimenti, sarò costretto ad interpretare il tuo comportamento come tentativo di member war e lasciar cadere una discussione un tantino degenerata, o, qualora continui a persistere in atteggiamenti poco produttivi per la cooperazione, ad appellarmi a chi di dovere.--Dk1919 (msg) 20:27, 13 apr 2015 (CEST)
Repetita iuvat:
  1. Non giriamoci attorno, il paragone fra Sardi e Lombardi che ho fatto e' calzante, se Casula e' "un" noto medievalista e a proposito nell'isola si era ancora nel medio evo nell'anno di grazie 1847? non e' ironie, dato che per sostenere l'autorevolezza di costui in valutazioni su vicende dei secoli XIX-XX si premette che e' un mediovalista)), Miglio era "un" noto costituzionalista e docente alla Cattolica.
  2. Ancora non hai spiegato perché se l'uso della maiuscola sarebbe stato un bizantinismo, per quale motivo l'hai inserito e revertata piu' volte. L'affermazione lo avessi modificato ponendo l'iniziale minuscola in luogo di quella maiuscola. e' mistificante in quanto reiterativamente hai fatto l'opposto.
  3. Il "mi sembri normale parlare nella voce più dell'isola che ha dato il nome al regno, piuttosto che ai vari stati continentali di terraferma" e' sempre un ingiusto rilievo, pur prendendo, o confermando il nome da un territorio, si tratta di una unione di circa 7 territori.
  4. Mi sembra che di riffa o di raffa ogni scusa sia buona per un ingiusto rilievo con inserimenti di commenti personali e opinioni (sia pure di noto e autorevole medioevalista), per propugnare altro rispetto al soggetto della voce che ripeto e' l'unione organica amministrativa di alcuni territori da più decenni già riuniti sotto una unica corona.
Concludendo non hai ancora riportato nulla che spieghi la violazione del Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale e il suo derivato ingiusto rilievo --Bramfab Discorriamo 23:21, 13 apr 2015 (CEST)
Giusto a proposito della raccomandazione di rileggere i commenti che scrivi prima di rilasciarli, questo è forse addirittura un copia-incolla (by the way, in latino "repetita" è un neutro plurale, pertanto si scrive iuva*n*t). Benché mi risulti ormai chiara la tua volontà di creare flame, arroccandoti su posizioni cristallizzate senza alcuna disponibilità nei confronti dell'interlocutore, questa sarà la mia ultima risposta, dopodiché ti lascerò perdere come preannunciato. 1)Parziale copia-incolla (con un testo pure mal riportato), già questo mi basterebbe per ignorare questo punto. Ad ogni modo, il tuo parere in merito alla presunta analogia non regge, in quanto denota confusione fra il piano puramente descrittivo (di cui si occupa uno storico, esponendo i *fatti* per quello che sono) e quello normativo (campo assiologico, invece, in cui in altre voci si potrebbe pure citare fra gli altri il parere di un costituzionalista, quale Miglio, rispetto alle sue opinioni *politiche* sull'assetto interno statale). Dal Casula non si evince alcuna proposta normativa, perché nel momento in cui parla della questione sarda si riferisce alla *descrizione* di una problematica, storicamente inquadrabile, sentita da parte della popolazione, pertanto suscettibile di un criterio di verificazione/falsificazione (per cui esistono le fonti, ben citate) piuttosto che di presunta giustezza/ingiustezza (per validare la quale si entra nel campo dei giudizi di valore, inaffidabili per definizione). 2) Anche qui, sostanzialmente si rigira la frittata: sei pregato di leggere le motivazioni in capo alle quali hai intrapreso una sterile edit war e scoprirai che di tale regola della maiuscola non hai fatto minimamente cenno. Della neutralità insita nella definizione di Sardi (o sardi, dato che le convenzioni della wiki inglese ti sono indigeste), fra l'altro, si è avveduto anche un altro utente, ragion per cui dibattere ulteriormente di siffatta questione, oltre a quanto ho già detto, è pura lana caprina. 3)Hai letteralmente bypassato il ragionamento del commento precedente estrapolando una frase da un altro (cosa che, in generale, denoterebbe scarsa voglia di leggere gli argomenti altrui). Indi per cui, ti reindirizzo a questo paragrafo: <<Quanto affermi (in parte frutto di considerazioni personali, in parte non privo di fondamento) non falsifica certo il quadro storico, supportato da fonti affidabili, né ne sancisce una supposta ingiustezza (in corsivo, in quanto, essendo un tuo parere, non risulta assoluto); piuttosto, indica la necessità di un approfondimento teorico in capo ai processi storici negli stati continentali, nella voce (questo è vero) tralasciati, cui *tu* per primo, oltre al materiale già disponibile, potresti anche contribuire>>. Summing up: il fatto che *adesso* la voce si focalizzi maggiormente sulla parte isolana del regno (mancanza oggettiva della voce) non implica un'ingiustezza di fondo del contenuto attualmente presente, piuttosto la necessità di colmare la lacuna sugli stati continentali riportando fonti storiche relative a quell'esatto periodo e riferibili alle conseguenze del qui presente atto potestativo. Cosa che, anziché battibeccare sterilmente col sottoscritto, potresti fare anche tu. 4) Fino a prova contraria, questo è e rimane un tuo parere personale (forse frutto della stessa confusione fra piano descrittivo/normativo di cui al punto 1). Né il fatto di ripeterlo, né di universalizzarlo attraverso un template (che non modifico in quanto, senza l'imparzialità garantita da un terzo utente registrato, scatenerebbe senza dubbio un'altra sciocca edit war) lo rende una verità.
Concludendo (per me definitivamente, in quanto continuare equivarrebbe a parlare con un muro), non hai aggiunto nulla al discorso che non abbia già confutato e cui abbia dato una riposta. Nulla nulla.--Dk1919 (msg) 01:00, 14 apr 2015 (CEST)
Repetita iuvant in quanto il discorso e' sempre il medesimo POV inserito.
Copia e incolla perché quelli sono i punti da cui non si scappa.
  1. Hai modificato da "popolazione sarda" a "Sardi" uno dei revert inserendo inoltre la maiuscola (che nello stile storiografico italiano ha un suo ben preciso significato) e revertato piu' volte per mantenere il tono POV (per poi affermare che si tratta di bizantinismi irrilevanti...)
  2. L'autorevolezza su cui ti appoggi e' quella di uno studioso medioevalista (e quindi viene da chiedersi il nesso di competenza/autorita' su una vicenda avvenuta nel 1847), studioso che pur autorevole evidentemente non e' neutrale, ma esprime (legittimamente) prende posizioni politiche sul suo territorio, quindi per wikipedia non e' fonte neutrale (come non lo sarebbe Miglio per identiche posizioni Lombarde).
  3. Tutta la voce ruota ed e' stata ri-strutturata attorno ad un solo territorio, nonostante tratti di un evento che ne interessi almeno sette. Non si tratta solamente di aggiungerla, ma di modificarne la struttura . Si confronti con questa versione precedente: https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fusione_perfetta_del_1847&oldid=60010255 che fornisce il medesimo contenuto enciclopedico di dati oggettivi, senza pov e senza essere strutturata e sbilanciata nella esposizione verso un territorio.
  4. In sostanza si sfrutta una voce per dare il là ad affermazioni e considerazioni politiche soggettive di tipo autonomista estranee al tema della voce e alla neutralità dell'enciclopedia.--Bramfab Discorriamo 08:25, 14 apr 2015 (CEST)
Perdonate, ma chi segue questa discussione credo fatichi a capire le reali motivazioni: 1) "popolazione sarda" o "Sardi↔sardi" è di significato uguale, identico e non vi sono implicazioni politiche, quindi non POV; 2) se mettessimo sempre in discussione le fonti "autorevoli" come a noi pare, non avremmo mai fonti autorevoli e gli storici, mi pare, riportino gli avvenimenti secondo i dati in loro possesso, scaturiti da altri scritti più indietro nel tempo; 3) sono queste le discussioni che chi legge (parlo di utente medio), definirebbe sterili, infantili e di ben poca valenza, questo, naturalmente, è il mio "POV personalissimo", anche se preferirei definirlo «ciò che penso di tutta 'sta gazzarra». Sono fermamente convinta che due posizioni così granitiche (il granito sardo è tra i migliori al mondo, ricordiamolo) non porterà a nulla di fatto. Vi stimo entrambi per non credere alla possibilità di un aggiustamento.--Geoide (msg) 12:25, 15 apr 2015 (CEST)
Difatti, mi trovo d'accordo con te sulla sterilità di questa polemica. Un punto che l'altro utente ha giustamente sollevato, a mio parere, è che la voce risulti al momento incentrata sulle conseguenze ricadute sulla parte insulare del regno, pertanto l'avevo pregato di temperare lo sbilanciamento apportandole ulteriori integrazioni concernenti gli stati continentali. Quanto non accetto è che abbia aperto la discussione senza, in realtà, avere alcuna voglia di discutere: partire tacciando un altro utente di malafede e replicando alle argomentazioni opposte attraverso il copia-incolla di quelle proprie, oltre ad aver cercato di influenzare l'esito per mezzo di minacce di ban sulla bacheca personale, mi sembra vada ben oltre la linea di comportamento normalmente tenuta nelle pagine del sito. Ricollegandomi al tuo discorso sull'utente medio e a quello mio riguardo un bel problema con cui la Wiki italiana sarà costretta a fare i conti, a conti fatti non mi stupisco del calo sì netto di modifiche effettuate, se questo è il modo in cui ci si pone nei loro confronti. Ad ogni modo, l'utente non ha ancora spiegato in che modo Casula prenda posizioni politiche su quello che è, semplicemente, un fatto storico riportato (nonché come si sfrutti una voce per dare il là ad affermazioni e considerazioni politiche soggettive di tipo autonomista estranee al tema della voce e alla neutralità dell'enciclopedia), anche se dubito voglia farlo.--Dk1919 (msg) 13:27, 15 apr 2015 (CEST)
Non e' polemica, ma constatazione di un POV e mancata risposta ad osservazioni fatte, sena le quali ovviamente non si esce dallo stallo :
  1. Se maiuscolo o minuscolo nelle scrivere il nome di abitanti dell'isola nome sono la stessa coda per te, perché hai revertato piu' volte da "popolazione sarda" a "Sardi"?
  2. L'autorevolezza su cui ti appoggi e' quella di uno studioso sardo medioevalista (e quindi viene da chiedersi il nesso di competenza/autorita' su una vicenda avvenuta nel 1847), studioso che pur autorevole evidentemente non e' neutrale, ma esprime (legittimamente) prende posizioni politiche sul suo territorio, quindi per wikipedia non e' fonte neutrale (come non lo sarebbe Miglio per identiche posizioni Lombarde). Hai una fonte di autore neutrale che affermi le medesime cose riguardo ai destini della sardegna come causa ed effetto della fusione del 1847?
La voce ora e' POV anche perché sbilanciata verso un unico territorio, mentre non lo era un anno fa, e lo sbilanciamento visibile dalla comparazione https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Fusione_perfetta_del_1847&oldid=60010255 mostra che gli edit successivi non hanno avuto lo scopo di approfondire cosa e come avvenne la fusione perfetta tra i diversi territori, ma di fruttare una voce per dare il là ad affermazioni e considerazioni politiche soggettive di tipo autonomista estranee al tema della voce e alla neutralità dell'enciclopedia.--Bramfab Discorriamo 23:20, 15 apr 2015 (CEST)

Citazioni[modifica wikitesto]

[@ Dk1919 Franking] Ieri per errore ho modificato una citazione, che riportava un commento POV, mi scuso, la concatenazione di apici >></ref><ref><< che anticipava il testo nello scarso schermo che avevo mi ha portato confusione.--Bramfab Discorriamo 10:46, 29 mag 2019 (CEST)

Fa nulla. Ora, il problema principale che la voce sia focalizzata quasi esclusivamente sull'isola di Sardegna è vero, ma non riesco a trovare fonti sulla situazione degli altri "stati costitutivi" insistenti nella terraferma in quel periodo (benché non escluda che qualche anima pia, recandosi agli archivi di stato di Torino, possa trovare roba molto interessante al riguardo).--Dk1919 (msg) 14:24, 29 mag 2019 (CEST)