Discussione:Congregazioni cristiane pentecostali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Quanto scritto è un mucchio di inesattezze unite a qualche corbelleria: mi domando perchè il signor anonimo continui a scrivere senza documentare,provare, etc. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Anthos (discussioni · contributi) 17:29, 28 feb 2008 (CET).[rispondi]


Non sono un signore anonimo se siete seri dovete anche accettare le correzioni, perché chi ha scritto l'articolo non conosce la storia e si è basato su pubblicazioni di parte. Io vi ho documentato la notizia: lettra "A" dello statuto associativo delle C.C.P. Siccome le C.C.P. sono un ente religioso riconoscito con DPR 20/6/2005, potete benissimo consultare lo statuto depositato al ministero degli interni. In attesa di una vostra risposta allego la notizia da voi cancellata: <omissis> Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 2a02:2788:8c4:200f:2ca0:d6e9:e47d:d7b5 (discussioni · contributi) 12:17, 8 ago 2016 (CEST).[rispondi]

Da un lato, non va ricopiato lo Statuo delle CCP su Wikipedia per alcuni motivi: 1) non interessa il lettore casuale che cerca notizie, 2) è una potenziale violazione del diritto d'autore delle CCP, 3) le fonti si citano come note a pie' pagina e non nel testo (vedi Aiuto:Note). Se vuoi inserire notizie sul tema della voce, fallo pure, ma citando le fonti e assolutamente senza copiare da altri siti web o documenti pubblicati altrove. --Ruthven (msg) 12:22, 8 ago 2016 (CEST)[rispondi]

Note: ^ cesnur-Le religioni in italia, cesnur.org. URL consultato il 28-2.08. ^ Le religioni in Italia - La prima ondata: (b) i cosiddetti 'battisti' le ADI e le congregazioni indipendenti ^ Allegato "A" dello statuto associativo delle Congregazioni Cristiane Pentecostali

Chi scrive è soltanto un ignorante che non ha il coraggio ne di presentarsi ne di confrontarsi. Puoi benissimo cancellare anche la discussione visto che hai cancellato il contenuto. Wikipedia è poco seira. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 2a02:2788:8c4:200f:2ca0:d6e9:e47d:d7b5 (discussioni · contributi) 14:13, 8 ago 2016 (CEST).[rispondi]

Gentile (?) amico; se guardi la data della prima espressione ti accorgerai che quanto scritto si riferisce a febbraio 2008 e al testo presente allora (errato).
Quanto al "coraggio" di cui parli: bene eccomi, cosa vuoi confrontare? Se si tratta del fatto che vieni indicato come "anonimo" è perchè NON firmi le tue osservazioni non essendo registrato.
Quanto al testo ti è già stato spiegato che questa è un'enciclopedia e NON può contenere proclami o statuti ma descrizioni neutrali informative accessibili a tutti e corredate di fonti autorevoli o controllabili possibilmente pubblicate a stampa.
Quanto infine all'"ignorante" ti invito, dato che sei sicuramente un membro della congregazione, a mettere in pratica quello che viene predicato. Sono un insegnante di nuovo Testamento e storia del Cristianesimo e quindi non penso di esserlo.
Infine: anzichè recriminare od "offendere" chiedi assistenza per collaborare correttamente e l'avrai! Ma per cortesia, datti una moderata.--Anthos (msg) 11:39, 11 ago 2016 (CEST)[rispondi]
Testo proposto dall'IP

Nel 2005 le “Congregazioni Cristiane Pentecostali” ottengono il riconoscimento in Ente Morale di Culto (D.P.R. 20/6/2005), mantenendo sempre lo spirito Congregazionalista e Collegiale, garantendo alle Comunità associate l’autonomia: per la scelta dei propri conduttori, per l’esercizio ministeriale e per l’amministrazione dei propri beni.[

Cenni

Le Congregazioni Cristiane Pentecostali in Italia (CCP), ispirandosi alla parola di Dio, la Bibbia, riportano le loro origini al primo secolo d.C., epoca in cui visse Gesù Cristo ed ebbe inizio la prima comunità cristiana, battezzata di Spirito Santo con il segno delle lingue (At 2).

Cronologicamente si ricollegano al grande risveglio di Los Angeles del 1906. In seguito, al quale, il messaggio di risveglio si sparse rapidamente in tutti gli Stati Uniti d’America e a Chicago raggiunse un gruppo di emigrati evangelici italiani, di diverse denominazioni.

Nel 1908 si formò a Chicago la prima comunità pentecostale di lingua italiana. Da questa chiesa sono nate tutte le iniziative missionarie che hanno recato il messaggio fra gli italiani. Verso la fine del 1908, ebbe inizio l’attività missionaria per fare sorgere il risveglio pentecostale nella nostra nazione.

Partì per primo il fratello Giacomo Lombardi, e successivamente seguito da altri fratelli, i quali testimoniarono la loro personale esperienza della “pentecoste”. Tanti vi credettero e furono battezzati con lo Spirito Santo, dando così il via alla formazione di gruppi pentecostali in molte regioni italiane.

Intanto l’opera cresceva e le chiese pentecostali italiane erano assolutamente indipendenti e non esisteva alcuna forma di organizzazione. Nel 1930* si adotta il nome di Congregazioni Cristiane Pentecostali . Sono però gli anni della persecuzione fascista che, con una circolare Buffarin-Guidi del 9 aprile 1935, si vieta il culto pentecostale in tutto il regno in quanto “esso nelle sue pratiche religiose è considerato contrario all’ordine sociale e nocivo all’integrità fisica e psichica della razza”.

Molti credenti, trovati a celebrare il culto a Dio in case private o in campagna, vennero arrestati in massa, con conseguenti condanne alla sorveglianza speciale, al confino di polizia e al carcere. I maltrattamenti, subìte non distrussero l’opera pentecostale.

Terminato il periodo clandestino, con la libertà ormai riacquistata, il movimento pentecostale continuò l’opera alla quale Dio l’aveva chiamato e si sviluppò una nuova, spontanea e zelante attività di evangelizzazione. Sorsero, pertanto, nuove chiese e gruppi sparsi un po’ ovunque in Italia.

Nel 1947 la maggioranza dei gruppi pentecostali italiani iniziarono il cammino verso l’organizzazione centralista, denominando il nuovo movimento “Assemblee di Dio in Italia” (ADI).

La minoranza decise di proseguire senza nessuna organizzazione gerarchica.

Nel 1958, gli anziani di queste chiese si riunirono in convegno a Vittoria confermando la volontà di mantenere il carattere congregazionalista e di vivere nella libertà e nella autonomia, mantenendo il nome di “Congregazioni Cristiane Pentecostali”.

Nel 2005 le “Congregazioni Cristiane Pentecostali” ottengono il riconoscimento in Ente Morale di Culto (D.P.R. 20/6/2005), mantenendo sempre lo spirito Congregazionalista e Collegiale, garantendo alle Comunità associate l’autonomia: per la scelta dei propri conduttori, per l’esercizio ministeriale e per l’amministrazione dei propri beni.

Le comunità aderenti alle Congregazioni Cristiane Pentecostali, sono maggiormente diffuse nella Sicilia sud orientale, ma qualche comunità è presente anche in altre regioni d’Italia. In Italia vi aderiscono circa 61 congregazione, con un totale di 7000 membri circa. Orientamento dottrinale delle Congregazioni Cristiane Pentecostali:

a) la Bibbia - è la Parola di Dio scritta da uomini ispirati dallo Spirito Santo (2Pietro 1:21); - è lo strumento di cui Dio si serve per rivelare all'uomo il Suo piano di redenzione (Apocalisse 1: 1); - per il credente è regola di fede e di condotta cristiana;(1Timoteo 3:16,17;1Tessalonicesi 2:13);

b) Dio - è Spirito e non può essere interamente oggetto della conoscenza a livello della limitatezza umana; - si è fatto conoscere mediante Gesù Cristo nella persona del Padre del Figlio e dello Spirito Santo (Giovanni 1:4-29; 14:9,22-26; Efesini 4:1-6; Matteo 28:29); - è l'unico Signore, Eterno, Onnipresente, Onnipotente, Onnisciente, Creatore di tutte le cose (Genesi 1)

c) Gesù Cristo - con la vita e con le sue parole ha dato all'umanità l'insegnamento dei veri valori umani e spirituali; - è al centro della fede cristiana (1Corinti 2: 1-5); - è il Figlio di Dio ed ha la stessa natura del Padre; (Marco 1:9-11; Giovanni 1:1-18; 14:9) - fu vero uomo (Filippesi 2:5-11); - è il mediatore fra Dio e gli uomini (Giovanni 14:6); - morì e risuscitò compiendo l'opera della redenzione (Giovanni 19:17-42; 20:21); - è il Signore e il Salvatore del mondo (Giovanni 3:16); - è salito presso al Padre ed è presente invisibilmente fra i credenti per aiutarli e confortarli durante la vita terrena (Atti 1:1-11; Matteo 29:18,19);

d) Lo Spirito Santo - opera nell'uomo il convincimento di colpevolezza e lo aiuta ad accettare per fede Gesù come Signore e Salvatore (Giovanni 16:8-11); - guida il credente nella verità (Giovanni 16:12-15); - rigenera la vita dei credenti (Giovanni 3: 3; 1Pietro 1: 1-23); -elargisce i doni per l'edificazione della Chiesa (1Corinzi 12);

e) L'uomo - è stato creato ad immagine e somiglianza di Dio ed è oggetto del Suo amore e della Sua parola, senza distinzione di razza e colore (Genesi 1:26; Romani 3: 9:18,23; Giovanni 3:16); - è sottoposto al giudizio di Dio; ma di fronte all'evangelo ottiene la salvezza per grazia mediante la fede in Gesù Cristo (Romani 3:24,25; 5);

f) Il perdono - dei peccati e la purificazione sono prerogativa di Dio e si ottengono con il ravvedimento e la fede soltanto nell'opera espiatoria di Gesù Cristo (Giovanni 8:10-11; 1Giovanni 1:5-10; 2:1,2; Atti 2:38; Romani 3:24,25; 5);

g) Il battesimo in acqua - senza la fede del battezzando non ha nessun valore (Marco 16: 16); - non è il mezzo di salvezza e neanche del perdono dei peccati, ma è una funzione per mezzo della quale i credenti professano pubblicamente di voler vivere la vita nuova in Gesù Cristo (1Pietro 3:21; Romani 6:3-11); - va amministrato ai credenti, che confessano pubblicamente Gesù Cristo come Signore e Salvatore, con una sola immersione, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Matteo 29:19; Atti 2: 37-39; 8, 38);

h) Il battesimo nello Spirito Santo - è un'esperienza che fa il credente dopo la salvezza e si manifesta con il segno delle lingue (Matteo 3:11; Giovanni 14:16-26; Atti 1:8; 2: 1-13; 10: 45-47)

i) La Santa Cena - è una funzione istituita da Gesù Cristo; e la chiesa compie tale cerimonia con il pane e il vino, per ricordare la morte e la risurrezione di Gesù Cristo e per testimoniare la salvezza che Cristo ha acquistata con la sua morte, per tutti quelli che credono nel suo nome e per partecipare alla comunione con Cristo risorto; (Luca 22:19,20; Giovanni 1:14; 6:3; 1Corinzi 11:24)

l) La chiesa - è l'insieme dei credenti uniti dalla fede in Cristo, con pari dignità e autorità i quali formano, anche, il popolo sacerdotale, profetico e regale (1Pietro 5:2-9; Apocalisse 1:6; 20:6); - è stata fondata da Gesù Cristo Egli ne è il Capo e la Pietra angolare (Matteo16:16;1Pietro 2:4-8); - è una realtà storica i cui confini istituzionali non sono definibili: solo il Signore nell'ultimo giorno riconoscerà i suoi (Matteo 24; 25);

m) L’autorità - in materia di disciplina, di organizzazione e di fede, è la Parola di Dio, interpretata sotto la guida dello Spirito Santo, con spirito di preghiera e di comunione fraterna; - relativamente al governo e all’opera della Chiesa non risiede né in un singolo uomo, né in un singolo gruppo limitato di persone, ma nell’insieme dei credenti, che come membri del corpo di Cristo, hanno una funzione propria di servire. Il servizio pertanto è una vocazione ed un obbligo che si impone a tutti i credenti, poiché tutti sono discepoli di colui che è venuto: “non per essere servito, ma per servire” e che del servizio ha fatto la norma della grandezza tra i suoi discepoli. Quindi il carisma (dono) e il servizio (ministero) vanno esercitati congiuntamente (1Pietro 4: 10; 1Corinzi 12);

Note: ^ cesnur-Le religioni in italia, cesnur.org. URL consultato il 28-2.08. ^ Le religioni in Italia - La prima ondata: (b) i cosiddetti 'battisti' le ADI e le congregazioni indipendenti ^ Risultato convegno tenutosi a Vittoria nel 1958 ^ Allegato "A" dello statuto associativo delle Congregazioni Cristiane Pentecostali

Fonte ? --Gac 20:52, 8 ago 2016 (CEST)[rispondi]
La voce è stata protetta temporaneamente per evitare modifiche improprie. Invito l'anonimo a leggere Aiuto:Manuale di stile e Aiuto:Note prima di azzardarsi in modifiche nella voce. Ricordo che non è consentito copiare testo da fonti cartacee o web. --Ruthven (msg) 15:56, 9 ago 2016 (CEST)[rispondi]

Mi dovete dimostrare quali sono le modifiche improprie.

Sappiate che chi ha scritto l'articolo non è ne un membro nè un responsabile delle C.C.P. l'anonimo che scrive è un responsabile e vi chiede di pubblciare la voce correttamente. Ditemi chi ha scritto il testo. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 2a02:2788:8c4:200f:9c7a:a49d:bd5a:2d39 (discussioni · contributi) 17:33, 9 ago 2016 (CEST).[rispondi]

[↓↑ fuori crono] Credo che leggendo quanto indicato sopra e magari cercando di comprendere i meccanismi di Wikipedia su Wikipedia:Non esiste una redazione, magari capisci da solo quali modifiche sono considerate improprie. Se cerchi chi ha scritto il testo, trovi nella pagina "Cronologia" di ogni voce le indicazioni su ogni singola modifica. --Ruthven (msg) 17:59, 9 ago 2016 (CEST)[rispondi]
Guarda che l'affermare di far parte della congregazione non ti rende meno anonimo degli autori della voce... In my humble opinion--STS Manager(MCC) 17:45, 9 ago 2016 (CEST)[rispondi]

Grazie per la disponibilità alla collaborazione. Io non sono pratico di wikipedia. Pensavo che potevo modificare il testo. quello che vi voglio segnalare è che le Congregazioni non sono nate nel 1958, in questa data si sono riuniti i resposabili delle comunità che non conndivisero l'organizzazione. Quindivi chiedo solo di correggere il pargarafo [Queste chiese si organizzarono appunto in modo congregazionalista e nel 1958 assunsero il nome di Congregazioni cristiane pentecostali] in [Nel 1958, gli anziani di queste chiese si riunirono in convegno a Vittoria confermando la volontà di mantenere il carattere congregazionalista e di vivere nella libertà e nella autonomia, mantenendo il nome di “Congregazioni Cristiane Pentecostali”] e se volete potete aggiungere per dare una visione storica completa: [Nel 2005 le “Congregazioni Cristiane Pentecostali” ottengono il riconoscimento in Ente Morale di Culto (D.P.R. 20/6/2005), mantenendo sempre lo spirito Congregazionalista e Collegiale, garantendo alle Comunità associate l’autonomia: per la scelta dei propri conduttori, per l’esercizio ministeriale e per l’amministrazione dei propri beni]. Grazie Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 2a02:2788:8c4:200f:f578:a5a7:82a:4fb7 (discussioni · contributi) 12:35, 11 ago 2016 (CEST).[rispondi]

revisione testo[modifica wikitesto]

Venendo incontro alle -fondate- osservazioni dell'ip mi ripropongo a breve una rielaborazione del testo attuale, impreciso in vari punti (a volte errato); il tempo di mettere insieme un certo numero di fonti a supporto.--Anthos (msg) 10:52, 18 ago 2016 (CEST)[rispondi]

Prego di pazientare, non alterare il testo senza scambiare opinioni in discussione.--Anthos (msg) 11:33, 20 ago 2016 (CEST)[rispondi]
Il lavoro procede passo passo per una migliore ricerca e accuratezza delle fonti--Anthos (msg) 11:53, 22 ago 2016 (CEST)[rispondi]