Desmatosuchus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Desmatosuchus
Stato di conservazione: Fossile
Oggetto MuSe 001.JPG
Scheletro di Desmatosuchus spurensis.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Aetosauria
Famiglia Stagonolepidae
Genere Desmatosuchus
Specie Desmatosuchus haplocerus (tipo)

Desmatosuchus smalli

Il Desmatosuchus ("coccodrillo collegato") era un rettile arcosauro estinto appartenente all'ordine degli aetosauri, a sua volta clade dei crurotarsi. Era tra questi uno dei più grossi, lungo 3-5 metri e viveva in Nord America durante il Triassico. Come tutti i coccodrilli quando camminava gli arti sporgevano fuori dalla proiezione del corpo sul terreno, al contrario dei primi dinosauri che vivevano in quella stessa epoca, come il Coelophysis.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Vista frontale dello scheletro.

Sebbene fosse un docile erbivoro che si nutriva esclusivamente di piante, pochi predatori potevano attaccare questo aetosauro: come infatti molti membri del suo ordine, era corazzato sul dorso e sul ventre. La cosa però che lo distingueva da tutti erano due lunghi spuntoni lunghi mezzo metro che crescevano dalle spalle lunghi fino a 45 cm. Servivano per scoraggiare i carnivori più feroci, quali Rutiodon e Postosuchus.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]