Denuncia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La denuncia, in diritto, è una dichiarazione formale in cui si comunicano ad un ente pubblico, un'amministrazione pubblica oppure un altro soggetto istituzionale, circostanze, fatti o altri elementi che il destinatario è legittimato a ricevere.

Descrizione generale[modifica | modifica wikitesto]

I campi in cui si riscontrano frequenti denunce sono il diritto penale (notitia criminis), il diritto tributario (denuncia di redditi) e il diritto amministrativo (come l'edilizia).

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Denuncia (ordinamento penale italiano).

In Italia, il contenuto della denuncia, cioè ciò che il denunciante porta a conoscenza dell'amministrazione competente, ha in genere pubblica rilevanza od ottempera a prescrizioni emanate per il pubblico interesse, la pubblica sicurezza o l'ordine pubblico. Rientrano in tale ambito:

La denuncia però ha anche rilevanza nel diritto privato. Possono includersi in questo settore:

Per talune fattispecie la denuncia è obbligatoria, mentre in alcuni casi la presentazione di una denuncia è requisito necessario per un procedimento di interesse del denunciante.

Un'ulteriore ipotesi è contemplata dall'ordinamento penale: in tal caso, la denuncia è presentata da pubblici ufficiali o incaricati di un pubblico servizio (art. 331 c.p.p.) o da parte di privati (art. 333 c.p.p.).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto