Dendrobrachia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dendrobrachia
Immagine di Dendrobrachia mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Radiata
Phylum Cnidaria
Classe Anthozoa
Sottoclasse Octocorallia
Ordine Alcyonacea
Sottordine Holaxonia
Famiglia Dendrobrachiidae
Brook, 1889
Genere Dendrobrachia
Specie

vedi testo

Dendrobrachia Brook, 1889 è un genere di octocoralli dell'ordine Alcyonacea. È l'unico genere della famiglia Dendrobrachiidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dendrobrachiidae comprende il solo genere Dendrobrachia, caratterizzato da un asse interamente proteico, con coste e spine evidenti e prive di un nucleo cavo.[2]

Le specie di Dendrobrachia vivono a profondità piuttoste elevate, tra i 200 e i 1.000 metri e sono pertanto prive di zooxantelle. Sono diffuse principalmente nell'oceano Atlantico e relativi bacini. Nel Mediterraneo sono presenti la Dendrobrachia bonsai, Dendrobrachia paucispina e Dendrobrachia fallax. In genere hanno dimensioni medio-piccole che non superano i 40-60 centimetri.[3]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla base delle sue caratteristiche Dendrobrachia fu originariamente assegnato all'ordine degli esacoralli Antipatharia. Tuttavia, la presenza di polipi con otto tentacoli pennati, verificata successivamente in vari campioni raccolti, ha portato ad assegnare il genere e la relativa famiglia agli Octocoralli.[2]

Il genere è composto dalle seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Dendrobrachia, in WoRMS (World Register of Marine Species). URL consultato il 16 aprile 2020.
  2. ^ a b Daly et al.Op.citata, pag. 147.
  3. ^ Giuseppe Mazza, Introduzione alla Biologia Marina – Phylum Cnidaria: gli Anthozoa Octocorallia (PDF), su scoiattolorampante.files.wordpress.com, p. 60.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dendrobrachia, GBIF- Global Biodiversity Information Facility. URL consultato il 18 marzo 2020.