Daniele Piller Roner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniele Piller Roner
Nazionalità Italia Italia
Sci nordico Nordic combined pictogram.svg
Specialità Biathlon
Squadra Esercito
Statistiche aggiornate al marzo 2014

Daniele Piller Roner (7 settembre 1990) è un biatleta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sappadino[1], ha preso parte a due edizioni dei Mondiali giovanili, Val Martello 2007 (73° in sprint, 53° in inseguimento) e Ruhpolding 2008 (40° in sprint, 53° in inseguimento), a una dei Mondiali juniores, Nové Město 2011 (31° in sprint, 49° in inseguimento, 33° in individuale)[2] e ad alcune gare della Coppa Europa juniores.

Nel 2009 è arrivato terzo agli assoluti disputati sul tracciato di Forni Avoltri, nella staffetta 4x7,5 km, assieme ai compagni di squadra Dominik Windisch e Mirco Doddi,[3] Nel 2011 ha conquistato l'argento ai Campionati italiani juniores tenutisi all'Isolaccia, nella 15 km individuale.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 medaglia:

Campionati italiani juniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 medaglia:

Campionati italiani giovanili[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 medaglie[senza fonte]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. S., Sappada oggi applaude i campioni del fondo, in Corriere delle Alpi, 4 agosto 2011. URL consultato il 7 maggio 2015.
  2. ^ Daniele PILLER RONER su IBU, su services.biathlonresults.com. URL consultato l'8 luglio 2011.
  3. ^ CIA di biathlon a Forni Avoltri, l'Esercito domina le staffette, in Sito ufficiale F.I.S.I., 5 aprile 2009. URL consultato il 16 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  4. ^ L'Esercito sulla neve, in Sito ufficiale dell'Esercito Italiano, 11 gennaio 2011. URL consultato il 16 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 1º maggio 2014).
  5. ^ BIATHLON: bronzo tricolore per Piller Roner e Montello, in Sito F.I.S.I. Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia, 9 febbraio 2008. URL consultato il 16 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]