Culturame

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Culturame è un sostantivo collettivo spregiativo usato la prima volta il 6 giugno 1949 a Venezia, nel corso del terzo congresso nazionale della Democrazia Cristiana. Con il termine il ministro Scelba "volle additare Luigi Russo con il piccolo «Belfagor» di tre anni e mezzo, e inoltre Gabriele Pepe"[1].

Origine[modifica | modifica wikitesto]

La parola d'autore fu coniata da Mario Scelba, che così si espresse:

« Credete che la Dc avrebbe potuto vincere la battaglia del 18 aprile[2], se non avesse avuto in sé una forza morale, un’idea motrice, che vale molto di più di tutto il culturame di certuni?[3] »

L'espressione fu criticata da più parti e Scelba, il 10 giugno dello stesso anno, fu costretto a una precisazione in un'intervista al Giornale d’Italia[3]. Il 19 giugno dello stesso anno Luigi Russo pubblica su L'Unità "Culturalume" e "culturame"[4] (articolo ripubblicato in Il dialogo dei popoli, Firenze, Parenti, 1953, pp. 186-91) nel quale il critico siciliano apparenta l'espressione al "linguaggio dei borsari neri" che parlano di "scatolame" o "biscottame", o a quello dei "campieri siciliani" che parlano di "bestiame" o "pollame". La polemica proseguì sui giornali con un articolo dello stesso Scelba su Oggi, una nota su Il Popolo e un controarticolo dello stesso Russo [5].

Utilizzi successivi[modifica | modifica wikitesto]

Il termine è stato a lungo considerato espressione di disprezzo per la cultura, ripreso, con tale significato, da Renato Brunetta nel 2009[6], che ha rivolto l'epiteto a "un culturame parassitario che sputa sentenze contro il proprio Paese: ed è quello che si vede in questi giorni alla Mostra di Venezia". Culturame è inoltre il titolo di una trasmissione radiofonica, andata in onda tra il 2009 e il 2010 su Radio Radicale. Curata e condotta da Nicolas Ballario, trattava di tematiche legate al mondo della cultura e dell'arte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C.F. Russo, in Belfagor: rassegna di varia umanità : XLVI, 6, 1991, p. 644 che rinvia, sul punto, al "volumetto per belfagoriani l'Italia clericale" ed al numero 49, pag. 464, della medesima rivista.
  2. ^ Il discorso di Scelba fa riferimento alla battaglia politica del 1948 vinta nelle prime elezioni politiche dell'Italia repubblicana.
  3. ^ a b Cronologia del 1949 della Fondazione Cipriani Archiviato l'8 maggio 2014 in Internet Archive.
  4. ^ Archivio de "L'Unità" Archiviato il 4 marzo 2016 in Internet Archive.
  5. ^ Luigi Russo, Il dialogo dei popoli, Firenze, Parenti, 1953, pp. 191-3
  6. ^ Repubblica, 11 settembre 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]