Credito Romagnolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Credito Romagnolo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1896 a Bologna
Fondata da Giovanni Acquaderni
Chiusura 1993
Sede principale Bologna
Settore Bancario

Il Credito Romagnolo fu una banca di Bologna e attiva principalmente in Emilia-Romagna, fondata nel 1896 come Piccolo Credito Romagnolo dal cattolico Giovanni Acquaderni che ne fu anche il primo presidente fino al 1898.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'espansione dell'istituto cominciò nel 1905, quando furono aperte le prime sedi fuori delle mura di Bologna, nei paesi della provincia; poi nella provincia di Ferrara (Cento, Bondeno, Copparo, Massa Fiscaglia, Portomaggiore, Argenta, Comacchio) e progressivamente in Romagna (Imola, Faenza, Castel Bolognese, Lugo, Ravenna e nel Forlivese).

Successivamente sorsero contrasti tra Bologna e Ferrara sui criteri direttivi dell'attività della banca (governance). Si arrivò quindi alla decisione del Tribunale di Bologna del 17 luglio 1914, che sancì la separazione delle attività in territorio ferrarese (esse costituirono il «Piccolo Credito»)[1]. Bologna e la Romagna, insieme, formarono il «Credito Romagnolo», passando anche da società cooperativa a società per azioni (nella terminologia dell'epoca, società anonima).[2][3]

Nel 1977 era la ventunesima banca italiana per raccolta[4].

Nel 1992 assorbì la Banca del Friuli[5]. Nel 1995 cessò di esistere per fusione, insieme a Carimonte, nella Rolo Banca, la quale successivamente (2002) entrò nel gruppo Unicredit. La filiale UniCredit Rizzoli di Bologna in via Guglielmo Oberdan 9 fu la sede storica del Credito Romagnolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il nuovo istituto non ebbe fortuna e chiuse per fallimento nel 1928.
  2. ^ Domenico Sgubbi, Cattolici di azione in terra di Romagna, Imola, Galeati, 1973.
  3. ^ Il salto era evidente. Le casse rurali erano società commerciali cooperative in nome collettivo; elargivano credito esclusivamente ai soci. Al contrario, il nuovo istituto era una società anonima cooperativa a capitale illimitato.
  4. ^ Un anno che ha pagato bene, in Lotta Comunista, luglio 1978, pp. 4-5.
  5. ^ Dizionario di economia e di finanza Treccani, treccani.it.
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende