Corteccia somatosensoriale secondaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corteccia somatosensoriale secondaria
Schematic of cortical areas involved with pain processing and fMRI cropped.jpg
L'S2 è in verde e la corteccia insulare in marrone nell'immagine in alto a destra (sezione coronale). Nell'immagine in alto a sinistra c'è la corteccia somatosensoriale primaria in verde, e in basso a sinistra, c'è sempre in verde l'area somatosensoriale supplementare
SistemaSistema nervoso centrale

Nel cervello umano, la corteccia somatosensoriale secondaria (nell'acronimo inglese S2) è una regione della corteccia cerebrale situata nell'opercolo parietale sul limite superiore del solco laterale.

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

La Corteccia Somatosensoriale Secondaria (detta S2) è una porzione della corteccia telencefalica umana facente parte del lobo parietale (al limite superiore del solco laterale) ed è coinvolta, insieme alla corteccia Somatosensoriale primaria (S1, aree 3,2,1 di Brodmann), nella ricezione ed elaborazione delle sensazioni di tipo somatosensoriale provenienti dall'esterno e dall'interno del nostro organismo, soprattutto informazioni facenti parti della sensibilità tattile protopatica, tattile epicritica, propriocettiva cosciente e in parte anche di quella dolorifica.

S2 è un importante area di integrazione che, oltre alle proiezioni in parete parietale posteriore, presenta connessioni con la corteccia dell'insula, attraverso la quale le informazioni di S2 convergono a livello dell'ippocampo, con funzioni importanti nel consolidamento della memoria.

Lesioni di S2 possono quindi provocare deficit nell'acquisizione di specifiche tracce mnemoniche dell'informazione tattile (es. ricordo della forma di un oggetto).

Afferenze[modifica | modifica wikitesto]

Le afferenze alla corteccia S2 provengono per la maggior parte dalla corteccia S1, che a sua volta riceve dal Talamo le informazioni somatosensoriali periferiche.

  • Propriocezione cosciente: dalle colonne dorsali del midollo spinale si portano ai nuclei gracile e cuneato bulbari, per poi attraversare il lemnisco mediale e essere veicolate al nucleo Ventrale Superiore del Talamo, che le rimanda all'area 3A di S1, e da questa a S2
  • Tattile epicritica: dalle colonne dorsali del midollo spinale si portano ai nuclei gracile e cuneato bulbari, per poi attraversare il lemnisco mediale e essere veicolate al nucleo Ventrale Postero Laterale e Ventrale Postero Mediale del Talamo, da questi alle aree 3B e 1 di S1, e da queste a S2.
  • Tattile Protopatica: segue la via spinotalamica anteriore, facente parte del lemnisco spinale, che si porta attraverso il MS e il tronco encefalico a contrarre sinapsi nei nuclei VPM e VPL del talamo, da questo a 3B e 1 si S1, e poi a S2
  • Termica e Dolorifica: attraverso la via spinotalamica laterale, si porta lungo il MS e il tronco encefalico, contrae sinapsi nei nuclei VPL, VPM (da cui prosegue verso 3B e 1 di S1) e ventrale mediale (da cui prosegue a 3A di S1) per poi portarsi entrambe a S2.
  • Area 7 di Brodmann

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]