Corda colica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

La corda colica è un reperto obiettivo aspecifico costituito da una tumefazione di forma allungata, disposta longitudinalmente, dolente alla palpazione, che può manifestarsi nel corso di coliti spastiche, sindrome del colon irritabile, diverticolosi e processi infettivi (ad es. amebiasi intestinale) del colon.

Patogenesi[modifica | modifica sorgente]

Frequentemente localizzata in fossa iliaca sinistra (corda colica sigmoidea), è interpretata come uno spasmo della parete del sigma che si presenta dotata di una iperreattività di tipo non propulsivo. L'iperreattività è presente anche a digiuno ma si intensifica dopo il pasto per attivazione del riflesso gastro-colico. La corda colica è quindi una condizione funzionale più che strutturale.

Meno frequentemente la corda colica è dovuta a malattia diverticolare con diverticolite e a neoplasie a carattere stenosante.

Una tumefazione allungata e disposta longitudinalmente in fossa iliaca sinistra può essere apprezzata anche in caso di coprostasi (stasi, accumulo e indurimento delle feci) ma in questo caso mancherà il dolore evocato dalla palpazione.

Obiettività[modifica | modifica sorgente]

Frequentemente localizzata alla fossa iliaca sinistra, meno frequentemente a destra. È ben apprezzabile all'esame obiettivo del colon anche con la palpazione superficiale se l'addome è trattabile. (Alla palpazione superficiale di norma il colon non è apprezzabile).

Possono contribuire all'aumento di volume localizzato:

  • la presenza di una massa fecale (coprostasi) fino al vero e proprio fecaloma qualora gli spasmi si accompagnino a stipsi

Il dolore, di tipo colico, talora può essere molto intenso ed è dovuto sia alla contrazione del sigma sia allo spasmo dell'intestino a monte che tenta di superare l'ostruzione.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A. Caniggia Metodologia clinica Torino 1994 Ed. Minerva Italica.
  • G. Guarini G. Fiorelli A. Malliani F.Violi M.Volpe Teodori 2000-Trattato italiano di Medicina Interna , VI edizione 2001 Società Editrice Universo - Roma.
  • Mario Coppo, Patrizia Paterlini Metodologia diagnostica: principi di semantica clinica: semeiologia medica diagnostica integrata ed. PICCIN, 1987 ISBN 8829905143, 9788829905140
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina