Sistema di coordinate galattiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Coordinate galattiche)
Jump to navigation Jump to search
L'anisotropia della densità stellare del cielo notturno rende le coordinate galattiche molto utili per le osservazioni; alle alte latitudini vi è povertà di stelle, mentre alle basse latitudini la densità aumenta, con l'avvicinarsi all'equatore galattico.

Il sistema di coordinate galattiche è un sistema di coordinate celesti centrato sul Sole e allineato col centro della Via Lattea. L'"equatore galattico" è così allineato con il piano galattico. Similmente alle coordinate geografiche, le coordinate galattiche si basano sulla longitudine e sulla latitudine.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

L'Unione Astronomica Internazionale (IAU) definì questo sistema riferendosi alle coordinate equatoriali nel 1958.[1] Il polo nord galattico è definito alle coordinate celesti 12h 49m : e +27,4° : (B1950), mentre lo zero di longitudine è un grande semicerchio che si origina da questo punto lungo la linea dell'angolo di posizione di 123° rispetto al polo equatoriale. La longitudine aumenta nella stessa direzione dell'ascensione retta. La latitudine galattica è positiva verso il polo nord galattico, mentre è negativa verso il polo sud galattico; l'equatore galattico ha latitudine 0.

Il sistema equivalente, riferito a J2000 ha il polo nord galattico a 12h 51m 26,282s , +27° 07′ 42,01″ (J2000) e lo 0 di longitudine all'angolo di posizione di 122,932°.[2] Il punto del cielo in cui sia latitudine che longitudine sono pari a 0 è 17h 45m 37,224s , -28° 56′ 10,23″ (J2000), leggermente spostato rispetto alla radiosorgente astronomica Sagittarius A, il miglior indicatore del centro galattico. Sagittarius A* si trova a 17h 45m 40,04s , −29° 00′ 28,1″ (J2000), o alle coordinate galattiche longitudine 359° 56′ 39,4″ e latitudine −0° 2′ 46,2″.

Il sistema delle coordinate galattiche sta alla base della suddivisione del piano galattico in quattro quadranti, dove il grado 0 corrisponde al centro della Via Lattea e il grado 180 corrisponde all'Anticentro galattico; il primo quadrante è compreso fra 0° e 90° e comprende la Via Lattea fra le costellazioni del Sagittario e del Cigno, il secondo quadrante (90°-180°) è compreso fra Cigno e Auriga, il terzo quadrante (180°-270°) fra Toro e Vele e il quarto quadrante (270°-0°) fra Carena e Sagittario. Questa suddivisione è spesso utilizzata dagli astronomi per la descrizione delle grandi strutture galattiche e delle regioni di formazione stellare.

Nomenclatura[modifica | modifica wikitesto]

I simboli l e b sono usati per rappresentare rispettivamente la longitudine e la latitudine galattica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ User Manual: The Galactic Coordinate System, su Where is M13?, Think Astronomy, 2007. URL consultato il 7 febbraio 2008.
  2. ^ M.J. Reid, Brunthaler, A., The Proper Motion of Sagittarius A* [collegamento interrotto], in The Astrophysical Journal, vol. 616, nº 2, The American Astronomical Society, 2004 2004, p. 883, DOI:10.1086/424960. URL consultato il 7 febbraio 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari