Comitato europeo per la protezione dei dati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Comitato europeo per la Protezione dei Dati (EDPB) è un organismo europeo indipendente il cui scopo è garantire un'applicazione coerente del Regolamento generale sulla Protezione dei Dati (RGPD) e promuovere la cooperazione tra le autorità di protezione dei dati dell' UE. Il 25 maggio 2018, l'EDPB ha sostituito il gruppo di lavoro  “Articolo 29”.

L Il ruolo dell’EDPB include le seguenti competenze[1][modifica | modifica wikitesto]

· Pubblicare linee guida, raccomandazioni e identificare le migliori pratiche relative all'interpretazione e all'applicazione del RGPD,

· Informare  la Commissione europea in merito a  questioni riguardanti la protezione dei dati personali nello Spazio economico europeo (SEE),

· Adottare  pareri volti a  garantire la coerenza dell'applicazione del GDPR da parte delle autorità nazionali di vigilanza, in particolare in merito alle decisioni che hanno effetti transfrontalieri,

· Fungere da organo di risoluzione nelle controversie tra autorità nazionali che cooperano all'applicazione legislativa  nel contesto di casi transfrontalieri,

· Incoraggiare lo sviluppo di codici di condotta e istituire meccanismi di certificazione nel campo della protezione dei dati,

· Promuovere la cooperazione e lo scambio efficace di informazioni e buone pratiche tra le autorità nazionali di vigilanza.

Presidenza[modifica | modifica wikitesto]

Il Comitato europeo per la Protezione dei Dati è rappresentato dal suo presidente, eletto tra i membri del consiglio a maggioranza semplice, per un mandato di cinque anni, rinnovabile una volta. La stessa procedura elettorale e lo stesso mandato si applicano ai due vice presidenti.

Attualmente, la Presidenza del Comitato è rappresentata  da:

· Andrea Jelinek, presidente,

· Ventsislav Karadjov, vicepresidente

· Aleid Wolfsen, vicepresidente

Membri dell’EDPB[modifica | modifica wikitesto]

Il consiglio di amministrazione è composto dai rappresentanti delle autorità nazionali di protezione dei dati dei  27  paesi in seno all’EU, da 3 paesi appartenenti allo Spazio economico europeo e dal Garante europeo della protezione dei dati (GEPD).

  1. ^ Art. 70 GDPR, Compiti del Consiglio, su eur-lex.europa.eu.


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]