Clelio Pasquali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Clelio Pasquali (Pavia, 1921Pavia, 1999) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Allievo dapprima di Giorgio Kienerk e Oscar Sorgato e poi di Cesare Secchi, apprende dai primi le tecniche di nudo dal vero, che gli valgono un premio vinto nel 1933-1934 alla Civica scuola di pittura, e dal terzo l'uso della pittura a fresco, a secco, dell'encausto e della scagliola nella decorazione murale, che usa per decorare la Cappella dei Ricovero di Sale di Alessandria. Ventiseienne, viene incaricato di restaurare il Collegio Ghislieri di Pavia, ma successivamente prende la carriera dell'insegnamento a Pavia. Alla sua maturità artistica si deve una reinterpretazione del postimpressionismo, con la ricerca di accostamenti di colore.

A lui si deve la fondazione, con Baldiraghi, Borlandi, Lucilio Fiocchi, Reali, Sollazzi e Zanotti, della Libera Associazione dei Pittori Pavesi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arte italiana per il mondo, Torino.
  • Clelio Pasquali, monografia a cura di G. Rabuffi, Milano, 2001.