Cladonia capitellata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cladonia capitellata
Immagine di Cladonia capitellata mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Ascomycota
Classe Lecanoromycetes
Ordine Lecanorales
Famiglia Cladoniaceae
Genere Cladonia
Sottogenere Perviae
Specie C. capitellata
Nomenclatura binomiale
Cladonia capitellata
(Hook. f. & Taylor) C. Bab., 1855

Cladonia capitellata (Hook. f. & Taylor) C. Bab. (1855), è una specie di lichene appartenente al genere Cladonia, dell'ordine Lecanorales.

Il nome proprio deriva dal latino capitellatum, che può significare a forma di piccola testa, oppure, più specificatamente, a forma di capitello, ad indicare, probabilmente, la forma terminale degli apoteci.[1]

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie si presenta di colore grigio o giallo fino al paglierino.[2] Il fotobionte è principalmente un'alga verde delle Trentepohlia.[3] All'esame cromatografico sono state rilevate tracce di acido usnico e acido squamatico[4]

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Si ritrova in gruppi sparsi sul terreno o su legni in decomposizione ed è abbastanza comune negli spazi aperti con suolo adatto.[2]

Località di ritrovamento[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata rinvenuta nelle seguenti località:

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è stata attribuita alla sezione Perviae;[4] a tutto il 2008 sono state identificate le seguenti forme, sottospecie e varietà:

  • Cladonia capitellata f. capitellata (Hook. f. & Taylor) C. Bab. (1855), (= Cladonia capitellata var. capitellata).
  • Cladonia capitellata f. fastigiata
  • Cladonia capitellata f. interhiascens Abbayes.
  • Cladonia capitellata var. capitellata (Hook. f. & Taylor) C. Bab. (1855). (= Cladonia amaurocraea secondo alcuni autori)
  • Cladonia capitellata var. interhiascens (Nyl.) Sandst. (1938).
  • Cladonia capitellata var. squamatica A.W. Archer (1985).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia