Civico museo Sartorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Civico museo Sartorio
Trieste - Museo Sartorio 01.jpg
Villa Sartorio, sede del museo
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàTrieste
IndirizzoLargo Papa Giovanni XXIII, 1
Coordinate45°38′46.54″N 13°45′47.56″E / 45.646261°N 13.763211°E45.646261; 13.763211Coordinate: 45°38′46.54″N 13°45′47.56″E / 45.646261°N 13.763211°E45.646261; 13.763211
Caratteristiche
TipoDimora storica
Istituzione1949
Sito web

Il civico museo Sartorio si trova a Trieste.

Custodisce arredi ed oggetti d'epoca, ceramiche, biblioteca, raccolte di quadri, disegni di Giambattista Tiepolo ed una gipsoteca-gliptoteca. Venne aperto parzialmente la prima volta nel 1949, ed inaugurato nella sua totalità nel 1954. Recentemente è stato restaurato e riaperto al pubblico alla fine del 2006. Il responsabile del restauro è l'architetto Giovanni Paolo Bartoli.

La famiglia Sartorio è originaria di Sanremo, e nel 1775 aprì una filiale di commercio a Trieste, affidandone la conduzione a Pietro Sartorio, il quale, trasferitosi a Trieste con la moglie, iniziò così il ramo triestino della famiglia. L'ultima erede, la baronessa Anna Segrè Sartorio lasciò la villa, costruita alla fine del Settecento, in eredità al comune affinché venisse trasformata in museo, con tutto il suo arredamento.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142608161 · ISNI (EN0000 0001 2173 0879 · LCCN (ENn96034139 · WorldCat Identities (ENlccn-n96034139