Cima del Redentore (monti Aurunci)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cima del Redentore
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaLatina Latina
ComuneFormia
Altezza1 253 1 m s.l.m.
CatenaMonti Aurunci
Coordinate41°18′18.98″N 13°38′16.9″E / 41.305273°N 13.638029°E41.305273; 13.638029Coordinate: 41°18′18.98″N 13°38′16.9″E / 41.305273°N 13.638029°E41.305273; 13.638029
Altri nomi e significatiIl Redentore
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima del Redentore
Cima del Redentore

La cima del Redentore[1] (1252 m), nei monti Aurunci nel territorio comunale di Formia, non è una montagna a sé stante, come a volte viene considerata, ma è semplicemente la spalla meridionale del monte Altino.

Ciò nondimeno, dalla cima si può osservare un panorama spettacolare sul litorale di Formia e sulla costa del mar Tirreno - da Gaeta a Scauri, la foce del Garigliano, il monte Massico, il Vesuvio, il monte Faito, Ischia e Capri.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Statua del Redentore - Formia - Parco Naturale dei Monti Aurunci

Dalla cima del M. Altino (1367 m) in direzione del mare (sud) si stende la parete meridionale che ha il suo punto più basso nella Sella Sola (1226 m); da qui, il crinale risale brevemente fino ad una caratteristica cupola rocciosa, dove si trova una cappelletta sul cui tetto è posta la statua in bronzo del Redentore. L'autore fu l'artista arpinate Vincenzo Morricone.

Vie di salita[modifica | modifica wikitesto]

Partendo dal borgo di Maranola (268 m), è possibile arrivare alla statua del Redentore seguendo un bellissimo sentiero battuto che passa prima sotto la meravigliosa Roccia Laolatra, successivamente per l'eremo di San Michele Arcangelo ed infine sulla Sella Sola (1.226 m). Il punto di partenza del percorso è il Rifugio Pornito, raggiungibile in macchina da Maranola seguendo le indicazioni stradali per "statua del Cristo Redentore". Una volta arrivati in prossimità del rifugio si può procedere a piedi sul "sentiero dei pellegrini" fino ad arrivare alla cima. Nella stagione invernale si possono verificare copiose nevicate (anche 3 metri all'anno) che danno al paesaggio una connotazione da presepe.

In alternativa si può proseguire per la strada (sterrata) fino alla forcella di Fraile (alla base di M. Revole), continuare ancora fino a giungere al versante settentrionale del M. Altino; quindi si sale sulla cima per poi scendere dalla parte opposta, fino al Redentore.

Altre informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lungo il sentiero che conduce dal rifugio alla Sella Sola si trova (1158 m) la chiesetta di San Michele Arcangelo, incastonata nella parete rocciosa. Il santuario risale al IX secolo ma fu ricostruito nell'Ottocento.

Panoramica sul parco naturale Monte d'Oro, Scauri - Parco Naturale dei Monti Aurunci

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sentiero LH14 – Monte Redentore, su http://www.cailaziolh.it. URL consultato il URL consultato il 4 gennaio 2020.