Chutor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine chutor (in russo: хутор?, in ucraino: хутір?, traslitterato: chutir) indica insediamenti umani tipici dell'Europa dell'est, di dimensioni minime, costituiti da poche costruzioni.

Presso i Cosacchi del Don e del Kuban con la parola chutor si indicavano insediamenti anche più grandi, nati inizialmente come punti di appoggio durante l'esplorazione e la colonizzazione delle terre circostanti ai villaggi (sela e stanicy).

All'inizio del XX secolo, con lo sviluppo del capitalismo e le riforme di Stolypin, venivano indicati come chutor anche poderi privati, in genere abitati da contadini arricchiti che fuoriscivano dalle obščiny collettive. La maggior parte dei chutor di questo tipo sono stati soppressi con la collettivizzazione delle terre durante il periodo sovietico.

Fonte[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]