Christine Pascal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christine Pascal (Lione, 29 novembre 1953Garches, 30 agosto 1996) è stata un'attrice, regista e scrittrice francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò nel film di Michel Mitrani Les Guichet des Louvres (1974), all'età di 21 anni, per poi cominciare una prolifica collaborazione con il regista Bertrand Tavernier a partire dal film L'orologiaio di St. Paul (1974). Altri film di Tavernier che hanno visto la sua partecipazione sono Che la festa cominci... (1975), Il giudice e l'assassino (1976), Des enfants gatés (1977), da lei co-scritto, e Round Midnight - A mezzanotte circa (1986). Fece il suo debutto come regista con Félicité, e diresse in seguito La Garce, Zanzibar, Le petit prince a dit (per cui vinse il premio Louis-Delluc) e Adultère, mode d'emploi.

Pascal aveva pensato al suicidio varie volte nel corso della propria vita, e il primo film da lei diretto - Félicité - si apre proprio con la scena di un suicidio. Nel 1984, quando le venne chiesto in che modo avrebbe preferito morire, aveva risposto: "En me suicidant, le moment venu." ("Suicidandomi, quando arriva il momento")[1]. In un certo senso mantenne fede alla parola: nel 1996 si tolse infatti la vita lasciandosi cadere da una finestra di una clinica psichiatrica a Garches, dove si trovava ricoverata.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo del 3 settembre 1996 sul quotidiano francese Libération (versione online)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN34644219 · ISNI: (EN0000 0001 0887 0471 · LCCN: (ENnr97024841 · GND: (DE1061447170 · BNF: (FRcb138982725 (data)