Chiesa di San Lorenzo delle Benedettine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di san Lorenzo martire
San Severo sanlorenzo.jpg
Particolare della facciata
StatoItalia Italia
LocalitàSan Severo
ReligioneCattolica
Diocesi San Severo
Stile architettonicobarocco
CompletamentoXVIII secolo

La chiesa di san Lorenzo delle Benedettine, monumento nazionale, è uno dei più importanti edifici sacri di San Severo. Rettoria e grancia di San Severino, è detta anche di san Benedetto. Edificata su un progetto dell'architetto napoletano Giuseppe Astarita notevolmente modificato da Ambrosio Piazza (1782), la chiesa, annessa al monumentale monastero delle monache benedettine, ha superba facciata rococò in marmo di Apricena, eseguita entro il 1789 dallo scultore Pietro Palmieri su disegno di Piazza, ed elegante campanile con cupoletta maiolicata.

Nel tempio, massimo esempio pugliese di chiesa barocca a pianta centrale, spiccano, oltre all'elegante decorazione a stucco realizzata da Piazza, i tre superbi altari progettati dall'architetto Gennaro Sanmartino, impreziositi dalle ultime sculture documentate di Giuseppe Sanmartino, realizzati nel 1793 (il maggiore è uno dei capolavori del genere). Nella chiesa si ammirano anche i dipinti di Nicola Menzele (1785 ca.), il raffinato pulpito ligneo (1790), le ricche gelosie in legno dorato dei matronei (1784-1785) e le statue ottocentesche di san Lorenzo, san Benedetto, santa Scolastica, opere di Arcangelo Testa, e di sant'Anna. Sul matroneo centrale, in corrispondenza dell'altare maggiore, è collocato un ricco organo positivo attribuito a Fabrizio Cimino (1740 ca.), che ricorda la straordinaria vocazione canora delle «Signore Monache» di San Lorenzo e la famosa cappella musicale del monastero, che vanta un importante fondo manoscritto con composizioni, tra l'altro, di Pergolesi, Insanguine, Jommelli, Capotorti e Piccinni.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bonaventura Gargiulo, Apulia sacra, volume I, La diocesi di Sansevero. Cenni storici dalla fondazione di Sansevero ai giorni nostri con prolusione su l'Apulia civile e sacra, Napoli, Stabilimento tip. Librario A. e S. Festa, 1900.
  • Elvira Azzeruoli, Un po' di folklorismo paesano coi sunti Scolastici della storia e geografia di Sansevero, tratti dalle storie cittadine di A. Lucchino, M. Fraccacreta, F. d'Ambrosio, V. Gervasio, Arc. V. Tito, Can. Cardillo, Mons. B. Gargiulo, Polichetti, N. Checchia, ecc., Napoli, Tipografia Joele & Aliberti, 1934.
  • Giovanni Checchia de Ambrosio, Monastero di San Lorenzo dell'Ordine di San Benedetto in San Severo, San Severo, Grafica delfa, 1981.
  • Umberto Pilla - Vittorio Russi, San Severo nei secoli, San Severo, Dotoli, 1984.
  • Matteo Jafisco, Cenni di storia chiesistica [sic] della Città di San Severo, San Severo, A. e M. Notarangelo Librai Editori, 1987.
  • Studi per una storia di San Severo, a cura di Benito Mundi, San Severo, Tipografia Sales, 1989.
  • Antonio Biccari, La Pietra e la Città. Viaggio alla scoperta dell'architettura sacra di San Severo, Roma, Edizioni Fiori, 1997.
  • Mariella Basile Bonsante, La chiesa di S. Lorenzo a San Severo. Tra provincia e capitale, Bari, Mario Adda Editore, 1998.
  • Giuliana Mundi Leccese, Esempi di arte decorativa lombarda in Capitanata. Ambrogio Piazza «architetto e stuccatore dello Stato milanese» a San Severo, in «Fogli di periferia», XII/1-2, 2000, pp. 31-40.
  • Antonio Cupaiolo, San Severo: le chiese fra culto e arte, San Severo, Esseditrice, 2001.
  • Christian de Letteriis, Marmi napoletani del '700. Considerazioni sull'altare maggiore della Chiesa di San Lorenzo a San Severo, Foggia, Edizioni del Rosone, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]