Chiesa di San Lorenzo (Monterongriffoli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Lorenzo
Monterongriffoli, chiesa di San Lorenzo, esterno..jpg
L'esterno
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàMonterongriffoli
ReligioneCristiana Cattolica di rito romano
TitolareLorenzo diacono e martire
Diocesi Montepulciano-Chiusi-Pienza
Consacrazione1781
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzioneXIV secolo
Completamento1781

Coordinate: 43°08′41.58″N 11°34′02.2″E / 43.144883°N 11.567278°E43.144883; 11.567278

L'interno

La chiesa di San Lorenzo è la chiesa principale del paese di Monterongriffoli, nel comune di Montalcino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Lorenzo in Monterongriffoli fu costruita fra il XIII e il XIV secolo, come arcipretura della pieve di Santa Maria di Pava. Nel 1594, il Vescovo di Pienza Francesco Maria I Piccolomini concesse all'arcipretura il fonte battesimale, mentre risalgono al XVIII secolo i restauri in stile barocco pagati dal nobile senese Marcantonio Borghesi, al termine dei quali, nel 1781, furono solennemente consacrati i tre nuovi altari dal Vescovo di Chiusi e Pienza Giuseppe Pannilini. Fra il 2005 e il 2008 la chiesa viene restaurata e viene ricollocato nell'edificio il quadretto raffigurante Sant'Emidio. Attualmente (2011) la chiesa viene officiata la terza domenica del mese e la domenica più vicina alla festa di San Lorenzo martire, che cade il giorno 10 agosto.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'esterno della chiesa, molto semplice, è completamente in laterizio, ed è privo di decorazioni. Nella facciata, si aprono il portale e il piccolo rosone circolare, inscritto nel segno di una finestra rettangolare, ormai murata. Sul fianco destro, vi è il campanile a vela con una campana. L'interno della chiesa è a navata unica suddivisa in tre campate da due archi a sesto ribassato, sorretti da pilastri dipinti con bande orizzontali bianche e grigie. La chiesa non ha né abside, né cappella laterali; la copertura della navata è a travi lignee a vista. Nella seconda campata, si trovano i due altari laterali, risalenti ai restauri settecenteschi. Essi, in stucco in parte dipinto a finto marmo, sono costituiti dalla mensa e dall'ancona. L'altare di destra accoglie una tela del XIX secolo raffigurante la Madonna del Rosario in trono fra i Santi Domenico e Caterina da Siena, quello di destra Sant'Isidoro Agricola che ascolta la Messa di un pittore ignoto del XVIII secolo; sopra il tabernacolo dello stesso altare, vi è un quadretto raffigurante Sant'Emidio Vescovo. L'ultima campata, rialzata rispetto alle altre di tre gradini, è il presbiterio. Al centro di essa vi è l'altar maggiore, in stucco dipinto a finto marmo, sovrastato dalla copia del polittico della scuola di Duccio di Buoninsegna Madonna col Bambino fra i Santi Agostino, Leonardo, Marcellino e Lorenzo, originariamente nella chiesa e attualmente (2011) nel Museo Diocesano di Pienza; nelle cuspidi della pala, sono raffigurati Gesù Cristo (al centro), i Santi Pietro e Paolo (ai suoi lati) e due angeli. Sulla parete di fondo vi è la cantoria lignea dipinta che accoglie un crocifisso entro una nicchia. Alla sinistra dell'altar maggiore vi sono le statue processionali del Cristo Morto e dell'Addolorata; alla destra dello stesso un quadretto con San Lorenzo orante, per un periodo pala d'altare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Maramai, Chiesa di San Lorenzo a Monterongriffoli, in La chiesa di san Pietro in Villore ed altre emergenze architettoniche del territorio di San Giovanni d'Asso, Siena, Università degli Studi di Siena, 1981, p. 140, ISBN non esistente.
  • Franco Raffaelli, Edifici religiosi del comune di San Giovanni d'Asso, Torrita di Siena, Associazione Villa Classica, 2016, ISBN 978-8-89828-232-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]