Chiara Fumai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiara Fumai

Chiara Fumai (Roma, 22 febbraio 1978Bari, 16 agosto 2017) è stata una performance artist italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato a documenta (13) con The Moral Exhibition House[1]: uno spazio per l'insurrezione femminista sotto forma di spettacolo da baraccone, situato tra l'Aueparke di Kassel e il tetto del Fridericianum. Ha incarnato lo spirito di una Donna Anonima nella collezione d'arte della Fondazione Querini Stampalia a Venezia (I Did Not Say or Mean "Warning", 2013)[2] e ha creato una propaganda fittizia del Manifesto SCUM di Valerie Solanas che riflette la prima campagna politica di Silvio Berlusconi (Chiara Fumai legge Valerie Solanas, 2013)[3], grazie alla quale ha vinto il IX Premio Furla. In occasione di Contour 7, The Biennial of Moving Image, ha riscritto la storia delle sue esibizioni dal vivo sotto forma di seduta spiritica (The Book of Evil Spirits, 2015)[4]. Nel 2017 Chiara Fumai ha vinto il XIV Premio New York indetto dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero dei Beni Culturali. Ha esposto anche con lo pseudonimo Nico Fumai, personaggio fittizio ispirato alla figura del padre[5].

Le sue opere sono state esposte nel Padiglione Italia[6] in occasione della 58ª Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia.

L'organizzazione The Church of Chiara Fumai[7], fondata nel 2018, si occupa di preservare e promuovere la memoria, l'opera e l'archivio dell'artista. L'istituzione - fondata da Liliana Chiari, Francesco Urbano Ragazzi, Rossella Biscotti, Milovan Farronato, con un comitato scientifico composto da Carolyn Christov-Bakargiev, Mark Kremer, Marco Pasi - ha donato un'ampia collezione di oggetti di scena, libri, documenti e vinili di Chiara Fumai al CRRI - Centro di Ricerca Castello di Rivoli.

Mostre personali[modifica | modifica wikitesto]

Selezione

  • Né altra Né questa, Padiglione Italia, 58. Esposizione Internazionale d'Arte, Biennale di Venezia (2019)
  • Chiara Fumai. Less Light, ISCP - International Studio & Curatorial Program, New York (2019)
  • Nico Fumai: being remixed, Guido Costa Projects, Torino (2017)
  • The Book of Evil Spirits, Waterside Contemporary, Londra (2016)
  • Der Hexenhammer, Museion, Bolzano (2015)
  • With Love from $inister, Victoria Gallery, Samara (2014)
  • I Did Not Say or Mean "Warning", Fondazione Querini Stampalia, Venezia (2013)
  • Follow This You Bitches, Futura Center for Contemporary Art, Praga (2013)
  • Tutto giusto, Careof - DOCVA, Milano (2008)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013: Furla Art Award, Bologna
  • 2016: XIV Award New York
  • 2016: VII Prize VAF Foundation, Special Mention
  • 2016: Dena Foundation for Contemporary Art Fellowship, Francia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiara Fumai, ‘Moral Exhibition House’ | Fiorucci Art Trust, su fiorucciartrust.com. URL consultato il 28 luglio 2020.
  2. ^ Chiara Fumai, winner of the ninth edition of the Furla Prize, at the Fondazione Querini Stampalia in Venice with I did not Say or Mean ‘Warning’.
  3. ^ (EN) Chiara Fumai reads Valerie Solanas (excerpt), su Vimeo. URL consultato il 28 luglio 2020.
  4. ^ Chiara Fumai: The Book of Evil Spirits, su waterside-contemporary.com. URL consultato il 28 luglio 2020.
  5. ^ guidocosta projects - Nico Fumai: being remixed, su guidocostaprojects.com. URL consultato il 28 luglio 2020.
  6. ^ neithernor.it, https://www.neithernor.it/en/. URL consultato il 28 luglio 2020.
  7. ^ THE CHURCH OF, su chiara fumai. URL consultato il 28 luglio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

The Church of Chiara Fumai

Chiara Fumai - Mutual Art

Controllo di autoritàVIAF (EN64144648306318976657 · GND (DE1077115148 · WorldCat Identities (ENviaf-64144648306318976657