Castello di Waardenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Veduta panoramica del castello di Waardenburg
Castello di Waardenburg
(NL) Kasteel Waardenburg
Kasteel Waardenburg Waardenburg Castle (4510403357).jpg
Ubicazione
Stato attualePaesi Bassi Paesi Bassi
ProvinciaGheldria
CittàWaardenburg
Coordinate51°49′54.01″N 5°15′59″E / 51.83167°N 5.26639°E51.83167; 5.26639Coordinate: 51°49′54.01″N 5°15′59″E / 51.83167°N 5.26639°E51.83167; 5.26639
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Castello di Waardenburg
Informazioni generali
Tipofortezza
Costruzioneseconda metà del XIII secolo-1700
CostruttoreRudolph de Cock
Visitabile
[1]
voci di architetture militari presenti su Wikipedia
Un'ala del castello

Il castello di Waardenburg (in olandese: Kasteel Waardenburg o Kasteel Weerdenburg) è un castello del villaggio olandese di Waardenburg (parte del comune di West Betuwe e un tempo del comune di Neerijnen), in Gheldria, costruito tra la seconda metà del XIII secolo e gli inizi del XVIII secolo.[1][2][3][4]

L'edificio è famoso per il suo legame con la leggenda del Dottor Faust.[1][2][4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 1265, al cavaliere Rudolph de Cock fu concesso da Otto II, conte di Gheldria il controllo sui villaggi di Hiern, Neerijnen e Opijnen, che avrebbero formato la signoria di Waardenburg.[2][3][4] Otto II concedette a De Cock anche il permesso di costruire una torre in legno, in seguito ricostruita in pietra.[1][2][4]

In seguito, l'edificio fu ampliato con l'aggiunta di tre ali, un muro di cinta, un canale, ecc.[1][4]

Nel 1397, il castello divenne di proprietà della famiglia Van Broekhuysens.[2]

Nel 1574, nel corso della guerra degli ottant'anni dato che la proprietaria del castello, Catharina van Gelder, avevo preso le parti degli Spagnoli, l'edificio fu occupato dalle truppe di Guglielmo d'Orange, guidate da Ludovico, conte di Nassau, che distrussero metà dell'edificio.[1][2][4]

Il castello di Waardenburg in rovina in un'illustrazione degli anni venti del XVII secolo

Oltre quarant'anni dopo, segnatamente nel 1618, venne ricostruita l'ala settentrionale del castello.[2]

In seguito, nel 1700, venne demolita l'ala meridionale e il castello assunse la forma attuale a ferro di cavallo.[2]

Nel 1895, fu intrapresa un'opera di restauro del castello, con l'aggiunta di una nuova torre.[1]

L'edificio subì però nuovi danni ingenti nel corso della seconda guerra mondiale[1] e nel 1957 fu dichiarato non abitabile[1].

Nel 1975, l'edificio fu acquisito dalla fondazione Vrienden der Geldersche Kasteelen ("Amici dei castelli della Gheldria)[1] e, tra il 2005 e il 2007, fu intrapresa un'ulteriore opera di restauro che riportò l'edificio agli antichi splendori[1]

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Geldersche Volksalmanak del 1842, il castello di Waardenburg sarebbe stato abitato dal Dottor Johan Faust, un mago e medico che aveva fatto un patto con il diavolo.[1][2][4] Per questo motivo, una stanza del castello è stata chiamata "Faustkamer"[1][2][4] e l'edificio è stato oggetto di interesse per paragnosti, sensitivi e indovini[2].

Il dottor Faust di Waardenburg in un'illustrazione del Geldersche Volksalmanak del 1842

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l (NL) De burcht en haar legende, kasteel Waardenburg en dokter Faust, IsGeschiedenis. URL consultato il 17 ottobre 2016.
  2. ^ a b c d e f g h i j k (NL) Kasteel Waardenburg spookt!, The Ghosthunter.nl. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).
  3. ^ a b (NL) Kasteel Waardenburg spookt!, Absolute Facts. URL consultato il 26 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).
  4. ^ a b c d e f g h (NL) Landgoed Waardenburg en Neerijnen, Spannende Geschiedenis. URL consultato il 17 ottobre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249441274 · GND (DE7670768-4 · WorldCat Identities (ENviaf-249441274