Carolea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carolea/o
SinonimiNicastrese, Cumugnana, Catanzarese, Olivona/e, Calabrese
RegioneBasilicata, Calabria, Puglia, Sicilia
Caratteri botanici e agronomici
Attitudineduplice: mensa e olio
Portamentoassurgente
Fogliaellittico lanceolata, verde chiaro
Autofertilitàno
Caratteristiche dei frutti
Peso medio4-8 grammi
Formaellissoidale
Simmetriaasimmetrico
Colore a maturazionegranata
Umbonesi
Epicarpocon molte grandi lanticelle
Endocarpogrande, ellittico, lievemente asimmetrico e rugoso
Resistenza
Alla moscamedio bassa
All'occhio di pavonemedio bassa
Alla Tignolamedio bassa
Al freddomedio alta
Alla siccitàmedio alta

La Carolea è una cultivar d'olivo tipica della Basilicata, Calabria e del meridione italiano.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Viene coltivata fino ai 800 m s.l.m. Caratterizzata da portamento assurgente e allargato; chioma a forma di piramide rovesciata e mediamente folta con rami fruttiferi sottili ed eretti. Come impollinatore si utilizzano la Nocellara messinese, Pidicuddara, Itrana, Cassanese e Picholine. Si è dimostrata varietà adatta alla raccolta meccanica.

Fiori e frutti[modifica | modifica wikitesto]

Fioritura precoce e abbondante, mentre la maturazione delle drupe è scalare ed un po' tardiva; di solito la raccolta cade a novembre. Frutti di pezzatura grossa (4-8 g), utilizzabile sia come oliva da tavola, sia per la trasformazione in olio. La polpa del frutto è soda e ben attaccata al nocciolo. Si è dimostrata cultivar adatta alla raccolta meccanica.

Produzione e olio[modifica | modifica wikitesto]

Ha produttività alta e costante; la resa in olio è del 20-25% e il prodotto è di ottima qualità: giallo con riflessi verdi mediamente fruttato con sentori di mela, mandorla, carciofo e sfumature d'amaro, di piccante ed erbacee, e a bassa acidità.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]