La signora dalle camelie (film 1926)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Camille (film 1926 Niblo))
La signora dalle camelie
Titolo originaleCamille
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1926
Durata108 min (9 rulli, 2.651 metri)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generedrammatico, sentimentale
RegiaFred Niblo H. Bruce Humberstone (aiuto regista)
Soggettodal romanzo di Alexandre Dumas fils
SceneggiaturaFred De Gresac, Olga Printzlau, Chandler Sprague
ProduttoreJoseph M. Schenck, Norma Talmadge
Casa di produzioneNorma Talmadge Film Corporation per First National
FotografiaOliver T. Marsh
MusicheWilliam Axt
ScenografiaCasey Roberts
CostumiAlice O'Neill
Interpreti e personaggi

La signora dalle camelie (Camille) è un film muto del 1926 diretto da Fred Niblo. Tratto dal romanzo La signora delle camelie di Alexandre Dumas fils, ha come protagonista Norma Talmadge.

Del film, considerato perduto, sono stati trovati tre rulli del negativo originale in nitrato in 35 mm.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A un'asta dei beni appartenuti alla defunta Camille, Armand ritrova il diario di quella che è stata la sua amante.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne girato a Los Angeles all'Iverson Ranch, Chatsworth, prodotto dalla Norma Talmadge Film Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La First National Pictures distribuì il film, presentandolo in prima il 18 dicembre 1926. In Italia uscì nel gennaio 1928.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

IMDb

  • USA 18 dicembre 1926 (première)
  • Austria 1927
  • Germania 1927
  • USA 4 settembre 1927
  • Finlandia 25 dicembre 1927
  • Portogallo 10 aprile 1929

Alias

  • La dama de las camelias Argentina / Venezuela
  • A Dama das Camélias Portogallo
  • Dama kameliowa Polonia
  • Die Königin der Kokotten Austria
  • Die Kameliendame Germania
  • I kyria me tas kamelias Grecia
  • Margarita Gautier Spagna

Censura[modifica | modifica wikitesto]

Per la versione da distribuire in Italia, la censura italiana ordinò di sopprimere nel terzo atto, dalla scena della cena, tutti i quadri in cui si vedono i convitati toccare sotto il tavolo, le gambe delle donne.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema