Callimachi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Callimachi
Callimachi family coat of arms.svg
StatoFlag of Wallachia.svg Principato di Valacchia
Flag of Moldavia.svg Principato di Moldavia
TitoliCross pattee.png Gospodaro di Valacchia
Cross pattee.png Voivoda di Moldavia
Cross pattee.png Principe di Samo
FondatoreVasile Călmașul
Data di fondazionesecolo XVII
EtniaRumeni

Callimachi (originariamente Călmașul, greco: Καλλιμάχη, Kallimachi) è una famiglia fanariota di origine romena, distintasi nella storia dell'Impero Ottomano, e in particolare dei due principati da esso dipendenti, Valacchia e Moldavia.

Breve storia[modifica | modifica wikitesto]

Il capostipite storicamente accertato Basilio (Vasile Călmașul, vivente nel XVII secolo), era un proprietario terriero della Bucovina; il figlio Teodoro sposò in seconde nozze una Ghica, figlia di Gregorio I Ghica, Gospodaro di Valacchia e i suoi discendenti strinsero legami di parentela con le maggiori famiglie fanariote, tra le quali Maurocordato, Sutzo, Sturdza, Cantacuzino. Tra i figli di Teodoro, il figlio di primo letto, Gabriele, fu Arcivescovo di Salonicco (1740-1758) e poi Arcivescovo metropolita di Moldavia (1758-1786), mentre uno dei figli di secondo letto, Giovanni Teodoro fu Gospodaro di Moldavia (1758-1761). Due figli di quest'ultimo furono pure gospodari di Moldavia: Gregorio (1735–1769, r. 1761-1764 e 1767-1769), decapitato su ordine del sultano[1], e Alessandro (1737-1821, r. 1795-1799). Scarlat (1773-1821), figlio del precedente, fu gospodaro di Moldavia (1806-1819) e di Valacchia (1821); nel 1817 pubblicò il Codice Callimachi, di ispirazione austriaca[2]. Fu giustiziato per le sue simpatie filo-elleniche e per il sostegno alla società segreta Filikí Etería, durante la guerra d'indipendenza greca. Il figlio Alessandro Callimachi, rientrato dall'esilio russo, servì la Sublime Porta come diplomatico e come Principe di Samo (1850-1854).

Lista dei Gospodari[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Teodoro, Gospodaro di Moldavia (1758-1761).
  • Gregorio, Gospodaro di Moldavia (1761-1764 e 1767-1769).
  • Alessandro, Gospodaro di Moldavia (1795-1799).
  • Scarlat, Gospodaro di Moldavia (1806-1819) e di Valacchia (1821).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rivista europea, Volume 3,Parte 1 (1871)
  2. ^ Cronologia della letteratura rumena, su clrm.unifi.it. URL consultato il 9 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2017).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Genealogia della famiglia Callimachi(www.ghika.net)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]