Calamina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il miscuglio di minerali di zinco, vedi Calamina (minerale).

La calamina o scaglia di laminazione o ossido nero è uno strato di ossido che si forma sulla superficie dei prodotti siderurgici durante le lavorazioni a caldo.

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo strato è costituito principalmente da:

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La calamina, se si conservasse intatta e aderisse saldamente all'acciaio, svolgerebbe un'azione protettiva dello stesso, ma, sia a causa dell'azione degli agenti atmosferici durante il trasporto e l'immagazzinamento, sia per l'inevitabile rottura della scaglia stessa durante le operazioni di officina, questa raramente rimane intatta.
In tal caso l'umidità penetra nelle fenditure e reagisce con lo strato di ossido ferroso più vicino alla superficie dell'acciaio formando idrossidi ferrosi e ferrici che per l'aumento di volume procurano il distacco della calamina.
Pertanto non è conveniente effettuare la pitturazione di protezione anticorrosiva del laminato direttamente sopra la calamina, che deve essere rimossa prima dell'applicazione del ciclo di pitturazione.

Metodi di rimozione[modifica | modifica wikitesto]

Tra i metodi per la rimozione della calamina e per la preparazione delle superfici di acciaio ci sono la sabbiatura e il decapaggio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]