Burnout (serie di videogiochi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Burnout (serie))
Jump to navigation Jump to search

Burnout è una serie di videogiochi di guida, sviluppati dalla Criterion Games. I vari capitoli sono apparsi sulle console PlayStation 2, Xbox, GameCube, Nintendo DS, PlayStation Portable, PlayStation 3 e Xbox 360; l'ultimo episodio è uscito anche per Microsoft Windows.

La caratteristica che contraddistingue i titoli di questa serie è l'utilizzo degli incidenti per ottenere dei bonus. Al contrario di titoli come Gran Turismo, dove l'abilità del giocatore nel controllare il veicolo simulato è indispensabile, in questa serie spesso la distruzione del maggior numero di veicoli è l'obiettivo. In base allo scenario e alla modalità di gioco è quindi necessario vincere una gara, distruggere il maggior numero di veicoli avversari oppure causare un incidente catastrofico in ingorghi o strade particolarmente trafficate.

Caratteristiche della serie[modifica | modifica wikitesto]

La serie Burnout, specialmente a partire dal terzo episodio, è dedicata alla violenza stradale. Il gioco acclama per la bravura nel causare incidenti, nel buttare fuori gara gli avversari, nell'andare contromano, nell'esibirsi in derapate a velocità folli e in numerose altre occasioni.

Titoli della serie[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Console Data di uscita Pubblicato da
Burnout GameCube, PlayStation 2 e Xbox 2001 Acclaim
Burnout 2: Point of Impact GameCube, Playstation 2 e Xbox 2002 Acclaim
Burnout 3: Takedown Playstation 2 e Xbox settembre 2004 Electronic Arts
Burnout Revenge Playstation 2, Xbox e Xbox 360 settembre 2005 Electronic Arts
Burnout Legends PSP e Nintendo DS 2005 Electronic Arts
Burnout Dominator PlayStation 2 e PSP 2007 Electronic Arts
Burnout Paradise PlayStation 3, Xbox 360 e PC 2008 Electronic Arts
Burnout CRASH! PlayStation 3 e Xbox 360 2011 Electronic Arts

Burnout[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Burnout (videogioco).

Burnout è un Racing Arcade uscito nel 2001 ed è il primo episodio della serie omonima. Le modalità principali sono: campionato, gara singola, time attack e multiplayer.

Burnout 2: Point of Impact[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Burnout 2: Point of Impact.

Burnout 2: Point of Impact è il sequel del primo Burnout, e ultimo ad essere prodotto per la console Gamecube di Nintendo. Una versione per Xbox, chiamata "developer's cut", è stata pubblicata nel 2003 con alcune aggiunte riguardanti le livree delle auto. In questo episodio è stata inserita una modalità denominata "crash mode", dove il giocatore guadagna dei punti causando danno agli altri concorrenti.

Burnout 3: Takedown[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Burnout 3: Takedown.

Burnout 3: Takedown è il terzo gioco della serie di videogiochi Burnout. Pubblicato il 7 settembre 2004 da Electronic Arts e in ritardo di un anno a causa della bancarotta di Acclaim Entertainment. Lo stesso gioco, in versione DEMO, è giocabile in Need For Speed Underground 2 come easter egg trovabile come penultima opzione nell'icona opzioni

Burnout Legends[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Burnout Legends.

Burnout Legends è il quinto gioco della popolare serie di Burnout, è il primo gioco della serie uscito in esclusiva per console portatili.

Burnout Paradise[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Burnout Paradise.

Burnout Paradise, è il sesto capitolo della serie pubblicato nel 2008, è il primo ad essere sviluppato anche per Microsoft Windows.

Burnout Paradise: The Ultimate Box[modifica | modifica wikitesto]

Burnout Paradise: The Ultimate Box, versione dotata di contenuti aggiuntivi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sito ufficiale, su burnout.ea.com. URL consultato il 22 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2007).
  • (EN) Sito di Criterion, su criteriongames.com.