Bob Avakian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bob Avakian (Washington, 7 marzo 1943) è un politico statunitense più conosciuto come il presidente del Partito Comunista Rivoluzionario, il gruppo maoista più grande degli Stati Uniti [1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Avakian è nato a Washington, ed è cresciuto a Berkeley. Nipote di nonni paterni immigrati d'Armenia, lui giocava football americano per la squadra della sua scuola superiore. Suo padre, Spurgeon "Sparky" Avakian (1913-2002), era un giudice di corte d'appello della contea di Alameda in Oakland e membro del consiglio scolastico di Berkeley. Terminati le superiori, Bob frequentò l'Università della California, Berkeley, dove venne a conoscenza della politica rivoluzionaria. Lavorò con il Free Speech Movement (Movimento per la Libertà di Parola) nell'Università della California, Berkeley, insieme a Mario Savio. Le sue attività politiche continuarono ed Avakian diventò portavoce per il Peace and Freedom Party (Partito Pace e Libertà), ed un simpatizzante attivo delle Pantere Nere.

Bob Avakian fu attivo nel gruppo Students for a Democratic Society (Studenti per una Società Democratica) ed era una figura principale nel Revolutionary Youth Movement II (Movimento di Gioventù Rivoluzionario II). Nell'area della Baia di San Francisco, lavorò per costruire la BARU (Bay Area Revolutionary Union, o l'Unione Rivoluzionaria dell'area della Baia di San Francisco). La BARU si espanse attraverso la nazione incorporando altri collettivi marxisti-leninisti, diventando l'Unione Rivoluzionaria (Revolutionary Union). Nel 1975, Avakian e l'Unione Rivoluzionaria, insieme con altri come C. Clark Kissinger e Carl Dix, condussero alla formazione del Partito Comunista Rivoluzionario USA.

Avakian ha scritto il resoconto più esaustivo dei contributi teoretici di Mao al marxismo[1]. Sta portando avanti un approfondimento continuo dell'esperienza della rivoluzione proletaria nel dodicesimo secolo: le grandi conquiste e particolarmente le lezioni profonde della Rivoluzione Culturale in Cina, nonché gli ostacoli, ed i numerosi difetti ed errori. Affronta temi legati alla strategia rivoluzionaria per gli Stati Uniti ed il movimento internazionale[2].

Opere[modifica | modifica sorgente]

Avakian scrive per Revolution (cioè Rivoluzione), il giornale settimanale del suo partito, e ha scritto dei libri, fra cui:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Avakian, Bob. Mao Tsetung's Immortal Contributions. Chicago, RCP Publications, 1979. ISBN 0898510465.
  2. ^ DelVecchio, Rick. "Berkeley: Memoir follows author's road to communism", «San Francisco Chronicle», 29 aprile 2005. Riportato il 6 marzo 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 47915853 LCCN: n79088850

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie