Božidar Stanišić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

ć

Božidar Stanišić (Visoko, 1956) è uno scrittore, poeta e traduttore bosniaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato alla Facoltà di Filosofia all'Università di Sarajevo presso il dipartimento di storia e letteratura jugoslava. Dal 1981 molte sono le sue pubblicazioni, critiche e saggi nonché radiogrammi per libri d'infanzia. Già scrittore e docente di lingua e letteratura presso il liceo di Maglaj, località a nord di Sarajevo, dal 1992 insieme alla famiglia abita in Friuli a Zugliano in provincia di Udine in seguito al suo rifiuto di imbracciare le armi e portare una divisa in conseguenza allo scoppio delle guerre jugoslave in Bosnia ed Erzegovina.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

In Italia e altrove oltre a diversi contributi di critica letteraria sono state pubblicate le raccolte di racconti:

I buchi neri di Sarajevo (MGS Press ,Trieste,1993 - traduzione di A. Parmeggiani e R. Molesi); un racconto di questo libro è stato inserito nel "Dizionario di un Paese che scompare", a cura di N. Janigro, Manifestolibri, Roma 1994); la ristampa di questo libro è edita dalla Bottega Errante, Udine 2016, 2018;

Tre racconti (Associazione “E. Balducci”, Zugliano 2002 – traduzione di A. Parmeggiani);

Bon Voyage (Nuova Dimensione, Portogruaro 2003 – traduzione di A. Parmeggiani);

Il cane alato e altri racconti (Perosini editore, Verona 2007 – traduzione di A. Parmeggiani); un racconto di questo libro è stato inserito nella panorama della narrativa bosniaco-

erzegovese del Novecento Racconti dalla Bosnia, a cura di Giacomo Scotti (Diabasis edizioni, Reggio Emilia 2006);

Piccolo, rosso (Cosmo Iannone editore, Isernia 2012 – scritto in italiano);

La cicala e la piccola formica (racconto per l’infanzia - Bohem press, Trieste 2011 – scritto in italiano); pubblicato in cinese - 2016;

Portacenere (long story, 2016; www.patrialetteratura.com – scritto in italiano);

Pepeljara i druge priče (e.book), Mediart, Novi Sad 2019;

Romanzi:

Gost Ivana Nikolajeviča (Club degli scrittori Brčko, Bosnia – 2017)

Žirafa u čekaonici (Ultimatum, Beograd 2018); La giraffa in sala d’attesa (traduzione: Alice Parmeggiani), Bottega Errante, Udine 2019;

Raccolte poetiche:

Primavera a Zugliano (1993, 1994);

Non poesie (1996);

Metamorfosi di finestre (1998) - tutte opere pubblicate dall'Associazione "Ernesto Balducci" di Zugliano;

La chiave in mano/Ključ na dlanu - edizione bilingue di vecchie e nuove non poesie tradotte da Alice Parmeggiani (Campanotto editore, Udine 2008);

Testo teatrale:

Il sogno di Orlando (edizione privata, 2006 – scritto in italiano);

Diversi racconti, saggi e poesie sono sparsi in numerose antologie italiane e straniere, tra cui:

Nuovo Planetario Italiano - Geografia e antologia della letteratura della migrazione in Italia e in Europa (Editore Città aperta, Troina 2006 – a cura di Armando Gnisci);

Ai confini del verso – poesia della migrazione in italiano (Le Lettere, Firenze 2007, a cura di Mia Lecomte; questa panoramica è pubblicata anche in inglese: A New Mapp: The Poetry od Migrant Writes in Italy, New York 2011);

L’italiano degli altri (Newton Compton Editori, Roma 2010, a cura di Dante Marianacci e Renato Minore);

Libri migranti (Cosmo Iannone Editore, Isernia 2016, a cura di Melita Rihter);

Pubblicchiamoli a casa loro (Edizioni Ensemble, Roma 2018)

Rosanna Morace gli dedica un capitolo del suo libro Letteratura mondo italiana (Edizioni ETS, Pisa 2012) e la rivista El-Ghibli un supplemento (Anno 13, numero 51, marzo 2016). Vari suoi scritti sono pubblicati su riviste e portali on line, fra cui: El-Ghibli, OBC di Rovereto, Kumà, Sagarana, Locutio. Alcuni dei suoi testi sono stati tradotti in: sloveno, inglese, francese, albanese, giapponese e cinese.

Controllo di autoritàVIAF (EN292535501 · WorldCat Identities (EN292535501