BlueGriffon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BlueGriffon
Mainwindow-shot.png
Sviluppatore Daniel Glazman (Disruptive Innovations)
Ultima versione 1.7.2 - Ontto Beltza (19 giugno 2013)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio C
C++
JavaScript
CSS
XUL
XBL
Genere Editor HTML
Licenza MPL/GPL/LGPL tri-license
(Licenza libera)
Lingua Multilingua
Sito web bluegriffon.org

BlueGriffon[1] è un Web editor, open source, WYSIWYG, compatibile con gli standard HTML 4.0, HTML5, XHTML 1.0 e XHTML5. BlueGriffon è stato scritto da Daniel Glazman, lo sviluppatore principale di Nvu, basandosi su Gecko 2.0, la layout-engine di Mozilla Firefox 4, e XULRunner. Il programma (nella versione stabile v 1.6.2 "Ontto Beltza", rilasciata il 28 febbraio 2013) è disponibile in tre versioni: Microsoft Windows, Mac OS X, e Linux (sorgenti o pacchetto di installazione per Ubuntu]). Sono inoltre disponibili pacchetti di installazione per le lingue e vari add-ons. BlueGriffon è compatibile con gli standard Web W3C. Si possono scrivere pagine ipertestuali nei formati HTML 4.0, HTML5, XHTML 1.0 e XHTML5. Supporta inoltre CSS 2.1 e tutte le funzionalità di CSS 3 già introdotte in Gecko. Il programma integra inoltre SVG-edit un editor di immagini vettoriali Scalable Vector Graphics (SVG), basato su XUL, che era stato sviluppato originariamente come add-on per FireFox e che è stato adattato per renderlo compatibile con BlueGriffon.

È disponibile un video in inglese, realizzato da Bonster, che mostra alcune delle principali caratteristiche di BlueGriffon.[2]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Disruptive Innovations è stata insignita di uno dei cinque premi per l'innovazione (Innovation award) della Demo Cup organizzata in occasione del Open World Forum 2010, tenutosi a Parigi nell'ottobre del 2010.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BlueGriffon 1.0 Released - Open Source Editor Now Available, Prweb.com, 10 maggio 2011. URL consultato il 31 maggio 2011.
  2. ^ 2010 Open Innovation Demo Cup and Awards Winners announcements, Open World Forum website. Accessed 12-22-2010.
  3. ^ Bonster's YouTube video showing BlueGriffon in use, Youtube.com, 6 gennaio 2011. URL consultato il 31 maggio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero