Bilbolbul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il festival internazionale di fumetto che si tiene a Bologna, vedi Bilbolbul Festival internazionale di fumetto.
Bilbolbul
Lingua orig.Italiano
AutoreAttilio Mussino
EditoreCorriere della Sera
1ª app.27 dicembre 1908
1ª app. inCorriere dei Piccoli n. 1
SessoMaschio

Bilbolbul è un personaggio immaginario protagonista di una omonima serie a fumetti ideata da Attilio Mussino e pubblicata dal 1908 sul Corriere dei piccoli; è il primo personaggio dei fumetti di ideazione italiana a essere pubblicato in Italia.[1][2]

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio è un bambino africano che vive piccole avventure surreali e strane nel suo villaggio in Tripolitania, in quel periodo colonia italiana nell'Africa settentrionale. La caratteristica principale era la peculiare abilità di adeguarsi fisicamente a quello che gli veniva raccontato diventando letteralemente rosso per la vergogna o verde di rabbia o con gli occhi fuori dalle orbite a seguito del fatto che comuni modi di dire come "rosso dalla rabbia" o "avere un buco nello stomaco" nel suo caso diventavano reali fintanto che non veniva aiutato da qualcuno.[3][2] Queste metafore erano i commenti in rima che comparivano sotto la vignetta in quanto le storie a fumetti dell'epoca, in Italia, venivano realizzate senza balloon sostituiti da testi in rima che narravano le vicende descritte[4].

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La serie esordì sul primo numero della rivista Corriere dei piccoli nel 1908 e venne pubblicata, sempre realizzata da Mussino per una cinquantina di tavole fino a quando la Tripolitania e la Cirenaica non divennero colonie italiane in seguito alla Guerra italo-turca del 1911-1912. Il personaggio venne ripreso per un breve periodo alla fine della prima guerra mondiale.[2]

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Centodieci anni fa nasceva il “Corriere dei Piccoli”, una mostra lo festeggia - La Stampa, su lastampa.it, 19 settembre 2018. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  2. ^ a b c Attilio Mussino, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 5 dicembre 2019.
  3. ^ B. P. Boschesi, Manuale dei fumetti, Arnoldo Mondadori Editore, 1976, pp. 26, 27.
  4. ^ (seppur Attilio Mussino, avesse utilizzato già tale "nuvoletta", illustrando il Racconto per Ragazzi, "Le Avventure di Fiammiferino" di Luigi Barzini Sr., visibile nell'illustrazione a pag.14, nella Quarta Edizione, pubblicata da R.Bemporad & Figlio, del 1924)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti