Bifenile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bifenile
Bifenyl.svg
Biphenyl 3D.png
Bifenile.jpg
Nome IUPAC
Bifenile
Nomi alternativi
Difenile Fenilbenzene
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC12H10
Massa molecolare (u)154,211
Aspettosolido cristallino incolore
Numero CAS92-52-4
Numero EINECS202-163-5
PubChem7095
SMILESC1=CC=C(C=C1)C2=CC=CC=C2
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)0,992
Temperatura di fusione68,93 °C
Temperatura di ebollizione256 °C
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg)0,05 mg/Kg
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma113 °C
Temperatura di autoignizione540 °C
Simboli di rischio chimico
irritante pericoloso per l'ambiente tossicità acuta
attenzione
Frasi H319 - 335 - 315 - 410
Consigli P273 - 302+352 - 304+340 - 305+351+338 [1]

Il bifenile è un composto aromatico, avente formula molecolare (C6H5)2. La sua molecola è formata da due anelli benzenici legati da un legame C-C.

A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino incolore, dal gradevole odore caratteristico.

Viene impiegato come materia prima per la produzione dei policlorobifenili, che sono a loro volta impiegati come fluidi dielettrici o come agenti di scambio termico. Il bifenile viene inoltre impiegato per la sintesi di altre sostanze organiche, tra cui fitofarmaci e materie plastiche.

Il bifenile viene separato per distillazione a partire dal catrame, dal greggio e dal gas naturale.

È insolubile in acqua e solubile in molti solventi organici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del bifenile su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE4145662-2
Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia