Belonefobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La belonefobia (dal greco βελόνη, «ago») o tripanofobia (dal greco τρύπανον, «trapano») è un tipo di fobia, consistente nella paura nei confronti di aghi – chiamata in questo caso specifico aicmofobia[1] (dal greco αἰχμή, «punta di lancia o di freccia») –, spilli, siringhe, coltelli, seghe, pezzi di vetro, ecc.[2][3], ovvero qualsiasi tipo di oggetto che possa provocare sanguinamento[3] (è associata quindi anche all'emofobia[2]).

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi variano dal semplice sudore sino allo svenimento alla vista di aghi o altri oggetti acuminati.[2]

Incidenza[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una patologia molto diffusa[3]: si calcola infatti che ne soffra, in misura anche minima, circa il 10% della popolazione mondiale[2][3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aichmofobia su Fobie.org
  2. ^ a b c d Belonefobia su Fobie.org
  3. ^ a b c d Cos'è la belonefobia? Archiviato il 3 ottobre 2013 in Internet Archive. su Nurs24.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]