Barun (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Barun
Repuk Makalu Barun Valley Nepal.jpg
Valle del Barun
StatoNepal Nepal
NasceGhiacciaio Makalu
SfociaArun
27°41′31.2″N 87°21′48.96″E / 27.692°N 87.3636°E27.692; 87.3636Coordinate: 27°41′31.2″N 87°21′48.96″E / 27.692°N 87.3636°E27.692; 87.3636

Il fiume Barun (in nepalese: बरुण नदी) è un affluente del fiume Arun che fa parte del sistema fluviale del Kosi in Nepal.

Sistema fluviale Kosi[modifica | modifica wikitesto]

ll Kosi o Sapt Kosi drena il Nepal orientale. È conosciuto come Sapt Koshi a causa dei sette fiumi che si uniscono nel Nepal centro-orientale per formare questo fiume. I fiumi principali che formano il sistema Kosi sono: Sun Kosi, Indravati, Bhote Koshi, Dudh Kosi, Arun, Barun e il fiume Tamur. Il fiume combinato scorre attraverso la gola di Chatra in direzione sud per emergere dalle colline.[1][2]

Corso[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume Barun nasce dal ghiacciaio Barun alla base del Makalu, una delle vette che superano gli ottomila metri di altezza.[1] Il fiume gela in inverno e in estate le inondazioni nella valle del Barun sono inevitabili, anche se perdono gran parte della loro potenza e dei loro sedimenti passando attraverso due ampie zone pianeggianti.[3]

Il fiume è anche conosciuto come Chukchuwa nella lingua locale Kirat. Gli studi hanno dimostrato che questo luogo era stato inizialmente abitato da Yakkha e Limbu.

Osservazione degli uccelli[modifica | modifica wikitesto]

La parte più alta della valle del Barun è tra le più ricche di uccelli in Nepal, grazie al fatto che è praticamente incontaminata dall'uomo. Gli appassionati di birdwatching hanno visitato raramente la regione perché non è facilmente accessibile, oltre che a non esserci rifugi per escursionisti all'interno del parco nazionale del Makalu-Barun. Esiste però una piccola casa da tè a Langmale (vicino al campo base) gestita da una terza generazione originaria dell'alta valle del Barun. Nel tentativo di controllare e consolidare l'impatto del campeggio, l'installazione di tende è consentita solo nei campeggi designati.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Sharad Singh Negi, Kosi River System, in Himalayan Rivers, Lakes, and Glaciers, Nuova Delhi, Indus Publishing, 1991, p. 89, ISBN 9788185182612, LCCN 91907936, OCLC 246966083. URL consultato il 22 maggio 2019.
  2. ^ (EN) Jagdish Bahadur, Himalayan Snow and Glaciers: Associated Environmental Problems, Progress, and Prospects, Nuova Delhi, Concept Publishing Company, 2004, p. 90, ISBN 9788180690914, LCCN 2004325597, OCLC 55147469. URL consultato il 22 maggio 2019.
  3. ^ (EN) Herbert Lang e André Musy, Hydrology in mountainous regions I: hydrological measurements, the water cycle (PDF), in Hydrology in mountainous regions, vol. 1, nº 193, Wallingford, gennaio 1990, pp. 396-404, ISBN 0-947571-57-4, OCLC 23156685. URL consultato il 22 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Makalu National Park, su footprint-adventures.co.uk. URL consultato il 22 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2004).