Azaria (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Azaria è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Maschili: Azzaria[2]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Azaria, Anania e Misaele nella fornace ardente, dipinti da Simeon Solomon

Deriva dal nome ebraico עֲזַרְיָה ('Azaryah)[4], forma abbreviata di Azaryahu[5][6]; è composto da עָזַר ('azar, "aiuto", "aiutare") e da Yah, abbreviazione di YHWH, e può quindi essere interpretato come "YHWH ha aiutato"[3][4][5][6], "colui che YHWH aiuta"[2][7] o anche "soccorso del Signore"[1]. È quindi analogo, dal punti di vista semantico, ai nomi Esdra e Adriele.

Nome di tradizione biblica, è portato da ben 32 diversi personaggi[5][8], fra cui uno dei giovani che il re di Babilonia Nabucodonosor fece gettare in una fornace ardente[4] e un re di Giuda, detto anche Ozia[2]. In Italia gode di scarsa diffusione[2]. In inglese si attesta invece suo uso anche al femminile, piuttosto recente[7].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico viene festeggiato il 16 o il 17 dicembre in ricordo di sant'Azaria (chiamato anche Abdenago), deportato con Daniele, Anania e Misaele[9][10].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante femminile Azaria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Accademia della Crusca, p. 603.
  2. ^ a b c d e La Stella T., p. 53.
  3. ^ a b c Albaigès i Olivart, p. 52.
  4. ^ a b c d e f g h (EN) Azariah, su Behind the Name. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  5. ^ a b c (EN) AZARIAH, su Bible History Online. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  6. ^ a b Holman References, p. 31.
  7. ^ a b Sheard, p. 85.
  8. ^ Azaria, su La Parola. URL consultato il 6 febbraio 2013.
  9. ^ Santi Anania, Misaele e Azaria (Abdenago, Misach e Sidrach), su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 17 dicembre 2018.
  10. ^ (EN) Saint Azarias, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 17 dicembre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi