Avia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Avia (disambigua).
Avia
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Fondazione 1919
Fondata da Pavel Beneš, Miroslav Hajn, Jaroslav František Koch, Václav Malý
Chiusura 2013
Sede principale Letňany
Settore Meccanico, aeronautico
Prodotti
Note suddivisa in Avia trucks e Avia propeller

La Avia era un'azienda meccanica della Repubblica ceca, già Cecoslovacchia, attiva nella produzione di autocarri, di aerei militari e civili e di componenti aeronautiche. È stata fondata nel 1919 da Pavel Beneš, Miroslav Hajn, Jaroslav František Koch e Václav Malý. Nel 1928 e 1929 ha fatto parte del gruppo Škoda. Durante gli anni '30 fu la più grnade azienda aeronautica cecoslovacca e si spostò a Letňany, Praga. Dopo il secondo conflitto mondiale iniziò a produrre autocarri. Velivoli furono prodotti fino al 1963. L'azienda nel 1992 fu divisa in Avia propeller e Avia truck.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni venti e trenta ha prodotto degli aeroplani come BH-1, BH-3, BH-7, BH-9, BH-11, BH-17, BH-21, BH-22, BH-25, BH-33, B-135 e B-534. Durante la seconda guerra mondiale ha prodotto aerei e motori destinati alla Luftwaffe. Alla fine del conflitto ha costruito aerei come il B-33 che sono stati esportati in molti stati (Es.: Romania, Israele etc.) Nel 1963 i vertici della società hanno deciso di specializzarsi solo nella produzione di camion e nel 1968 è stato firmato un contratto con la Renault-Saviem per la produzione in licenza. Nel 1988 ha ripreso la produzione di componenti di aerei. L'esportazione di camion è stata bloccata nel 1989 con il crollo del comunismo, ma è ripresa nel 1997.

Velivoli[modifica | modifica wikitesto]

Prima della seconda guerra mondiale l'azienda produsse velivoli civili e militari, incluso l'Avia BH-1, Avia BH-21, Avia B-534 e Avia B-71 (licenza Tupolev SB).

Avia iniziò a produrre il Messerschmitt Me 109G nell'immediato inizio guerra come Avia S-99, ma subito dismesso per il motore Daimler-Benz DB 605. Durante il secondo conflitto mondiale la Germania aprì diversi siti produttivi in Cecoslovacchia per il Messerschmitt Me 262, designato Avia S-92. Gli stabilimenti rimasero intatti, e nel dopoguerra la produzione ripartì.

Il primo S-92 fu assemblato all'Istituto di ricerca di Letňany nel 1945 con cellule dell'Avia e motori da Malešice (Junkers Jumo 004, M-04). Il primo velivolo S-92 volò 27 settembre 1946, con il pilota capo Avia Antonin Kraus. Lo stesso anno il 10 dicembre il CS-92 prende il volo per la prima volta.

La prima consegna di un S-92 alla forza aerea Ceca avvenne il 6 febbraio 1948. Dodici completi, nove S-92 e tre CS-92, equipaggianti il 5° stormo. Vennero successivamente messi a terra il 1951.

La Jugoslavia mostrò interesse per l'S-92, ma Avia sul punto di avere la licenza per il MiG 15 (e il già prodotto Yakovlev Yak-23, come S-101) il progetto S-92 terminò. Un Avia S-92 (A-1a) e Avia CS-92 (B-1a) sono espsoti al "Vojenské Muzeum" di Kbely.

L'Avia S-199 fu un caccia utilizzante parti e progetti della Luftwaffe (Wehrmacht) durante la seconda guerra mondiale. Non molto popolare tra i piloti, divenne noto presso la Heyl Ha'Avir durante la guerra arabo-israeliana del 1948. I piloti Cechi lo chiamarono Mezek ((IT) mulo), gli israeliani (DE) Messer ((IT) coltello) o Sakeen; il nome ufficiale fu Python ((IT) pitone).

L'Avia S-199 continuò ad usare la cellula del Me 109G, ma senza un motore originale, lo Junkers Jumo 211 e le eliche del Heinkel He 111. Il risultato fu scarsa maneggevolezza. Il motore utilizzato non aveva la risposta del Daimler-Benz, e la coppia dell'elica non era all'altezza. Il carrello non permetteva atterraggi e decolli in sicurezza. Inoltre vi era un difetto nell'ingranaggio di sincronizzazione che alcune volte faceva distruggere le eliche.

L'Avia B-33 (licenza Ilyushin Il-10) o Avia 14 (licenza Ilyushin Il-14), che in versione airliner portava 42 passeggeri, divenne l'aereo più grande mai prodotto in Cecoslovacchia.

Lista dei velivoli Avia[modifica | modifica wikitesto]

Nel secondo dopoguerra[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Avia Ashok Leyland Motors.

Dopo la caduta del comunismo, l'Avia si è divisa in due società: Avia trucks produttrice di autocarri e Avia propeller, produttrice di componenti per aerei. La sede originale dell'azienda dove venivano prodotti gli autocarri è stata definitivamente chiusa nel 2013 e la produzione esportata in India, paese della casa madre dopo l'acquisizione da parte degli indiani della britannica Leyland.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]