Veicolo elettrico ibrido plug-in

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Auto ibrida elettrica plug-in)
Jump to navigation Jump to search
Camion DUECO con sistema ibrido Odyne (PHEV)

Il veicolo elettrico ibrido plug-in (in sigla PHEV ovvero Plug-in Hybrid Electric Vehicle) è un tipo di veicolo le cui batterie possono essere ricaricate collegandole a una fonte esterna di energia elettrica, anche senza l'ausilio del relativo motore a combustione interna. La maggior parte dei PHEV sono autovetture ma esistono anche versioni di veicoli commerciali e furgoni, autocarri, autobus, treni, motociclette, scooter e veicoli militari.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Tali veicoli condividono le caratteristiche delle soluzioni elettriche ibride tradizionali (HEV, Hybrid Electric Vehicles). I veicoli PHEV possono essere della tipologia di trasmissione in serie e parallela,[1] differendo dagli HEV per la presenza del caricabatterie che, attraverso l'ausilio del BMS (Battery Management System), provvede alla corretta ricarica della batteria.

In sintesi: mentre un semplice veicolo elettrico ibrido carica la batteria solo dal suo motore a combustione interna, un ibrido plug-in può ottenere da fonti esterne l'energia necessaria alla ricarica.

Diffusione e inquinamento[modifica | modifica wikitesto]

Al 2016 la diffusione di questo tipo di veicoli registra un certo interesse nel mercato europeo.[2]

L'eventuale riduzione delle emissioni inquinanti rispetto alla propulsione termica dipende, come nel caso dei veicoli elettrici puri, da come è stata generata l'energia elettrica utilizzata per la ricarica, se per mezzo di fonti fossili o attraverso energie rinnovabili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il movimento di un veicolo ibrido "in serie" è azionato solo da motori elettrici, un ibrido parallelo è azionato sia dal suo motore a combustione interna sia da motori elettrici che funzionano contemporaneamente, un ibrido serie-parallelo funziona in entrambe le modalità.
  2. ^ Alimentazioni green, leggero aumento nel secondo semestre, su quattroruote.it, 8 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]