Ataraxia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ataraxia
Ataraxia at Rossena.jpg
Gli Ataraxia (qui Francesca Nicoli e Giovanni Pagliari) durante un'esibizione a Rossena, Emilia-Romagna.
Paese d'origine Italia Italia
Genere Neofolk
Darkwave
Periodo di attività musicale 1985 – in attività
Sito web ataraxia.net

Ataraxia è un gruppo neofolk e darkwave italiano, fondato a Modena nel 1985[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile musicale di gusto arcaico e gotico degli Ataraxia rievoca la musica colta rinascimentale e barocca pur includendo sonorità contemporanee legate alla scena neoclassica colta e d'avanguardia. Loro sono contaminazioni neofolk, elettroniche e gotiche. Durante le esibizioni, che si svolgono in tutta l'Europa e in America, in castelli come in teatri, in piazze come in sale da concerto, e che spesso sono accompagnate da proiezioni di video o di immagini, recitativi, danze e spettacoli di mimica e cabaret, gli Ataraxia si esibiscono sia con strumenti elettronici (tastiere e sintetizzatori) che con strumenti acustici (flauti, chitarre, percussioni, organo, pianoforte, etc.). A volte magniloquenti e sempre tetri e decadenti, citano a volte anche la musica orientale. I loro sono “concept album” dedicati ad argomenti che spaziano, ad esempio, dalla statuaria neoclassica cimiteriale alle figure femminili della mitologia occidentale, al capriccio barocco al “Fantasma dell'Opera” di Gaston Leroux e al viaggio come strumento di conoscenza alle “historiae” medievali. La voce del mezzosoprano Francesca Nicoli, ispirata a quella di Diamanda Galas è, al tempo stesso, versatile, lirica e androgina.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • 1993 - Nosce te ipsum
  • 1995 - Would the winged light climb?
  • 1997 - Concerto N. 6: A Baroque Plaisanterie
  • 1999 - Os cavaleiros do templo
  • 2002 - Spirito ancestrale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonello Cresti, Solchi Sperimentali Italia. 50 anni di italiche musiche altre, CRAC Edizioni, 2015, ISBN 978-88-97389-24-8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonello Cresti, Solchi Sperimentali Italia. 50 anni di italiche musiche altre, CRAC Edizioni, 2015, ISBN 978-88-97389-24-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock