Armenia Edizioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armenia Edizioni
StatoItalia Italia
Fondazione1972
Fondata daGiovanni Armenia
Sede principaleMilano
SettoreEditoria
Prodotti
Sito web

Armenia Edizioni è una casa editrice italiana fondata da Giovanni Armenia nel 1972.

Nello stesso anno di fondazione, avvia a giugno la rivista Arcana, "Mensile del mondo occulto e misterioso", che in quel dicembre diverrà Gli Arcani; la pubblicazione cesserà nel dicembre 1981.

Dalla metà degli anni settanta la casa editrice si è dedicata alla fantascienza, pubblicando oltre a varie collane[1] lo storico periodico mensile Robot, fondato da Vittorio Curtoni, dal 1976 al 1989, seguito dalla rivista Aliens dal 1979 al 1980, la cui chiusura decreta il ritiro dell'editore dal campo fantascientifico[2] nel corso del decennio successivo.

Dagli anni novanta Armenia si è specializzata in due filoni specifici: uno relativo alla narrativa fantastica, soprattutto alla fantasy, l'altro relativo all'astrologia e alla New Age. Nel catalogo Armenia vi sono testi sia sulle filosofie orientali e sullo stile di vita e i metodi di cura ad esse collegati, sia libri di psicologia e pedagogia: in particolare Armenia pubblica per il mercato di lingua italiana le opere sul pensiero positivo di Louise Hay.

L'azienda ha fatto ricorso alla cassa integrazione straordinaria nel 2013[3] e a riduzioni d'orario ed è stata messa in liquidazione a gennaio 2014[4].

Da gennaio 2015 il Gruppo Editoriale Armenia, diventato Armenia srl, è stato acquisito da Il Castello Editore e Rusconi Libri e la casa editrice ha ripreso le pubblicazioni.[5]

Fantasy[modifica | modifica wikitesto]

Nel campo della narrativa fantastica, Armenia è stata una delle prime case editrici in Italia ad aver pubblicato romanzi di fantasy. Tra i cicli più importanti, i romanzi dedicati ai mondi di Dragonlance e Forgotten Realms e la saga di Malazan. Fra gli autori pubblicati, gli statunitensi Margaret Weis, Tracy Hickman, R. A. Salvatore, Jean Rabe, Terry Brooks, Ed Greenwood e Richard A. Knaak.

Con la ripresa delle attività nel 2015, la casa editrice ha riportato in libreria la ristampa completa e corretta dei primi otto volumi (di dieci) de Il Libro Malazan dei caduti, saga heroic fantasy di successo dell'autore canadese Steven Erikson.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bibliografia italiana di Armenia Edizioni, su Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Fantascienza.com. (aggiornato fino al gennaio 2010)
  2. ^ Fabio Calabrese, La fantascienza ed il fandom italiani (Un tentativo di inquadramento storico), in Progetto Babele, nº 9. URL consultato il 3 giugno 2017.
  3. ^ 1304D - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - Elenco di aziende con provvedimenti C.I.G.S. emanati dal 24/04/2013 al 30/04/2013
  4. ^ Il blog di Ciro Discepolo: Messages of solidarity to Dr. Giovanni Armenia
  5. ^ Chi siamo, su Armenia.it. URL consultato il 5 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]