Arctocephalus townsendi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Otaria orsina di Guadalupe
Arctocephalus townsendi.jpg
Arctocephalus townsendi
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Pinnipedia
Famiglia Otariidae
Sottofamiglia Arctocephalinae
Genere Arctocephalus
Specie A. townsendi
Nomenclatura binomiale
Arctocephalus townsendi
Merriam, 1897
Areale

Arctocephalus townsendi distribution.png

L'otaria orsina di Guadalupe (Arctocephalus townsendi Merriam, 1897) è una specie di otaria orsina. È uno dei sei membri del genere Arctocephalus, ma è l'unico che si incontra nell'emisfero settentrionale. Alla fine del XIX secolo, i cacciatori di foche ne ridussero il numero ad appena poche dozzine, ma da allora la popolazione è aumentata di nuovo, tanto che alla fine degli anni novanta se ne potevano incontrare 10.000 esemplari. Molti individui si possono incontrare sull'isola di Guadalupe, in Messico.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Nelle dimensioni, queste otarie sono sessualmente dimorfiche, con i maschi molto più grandi delle femmine, sebbene siano stati misurati solo pochi esemplari. Entrambe i sessi sono di colore marrone scuro o nero fuliggine, ma i peli di guardia sul retro del collo sono giallastri o marroncino chiaro. I cuccioli nascono con un mantello nero simile a quello degli adulti. Le osservazioni suggeriscono che i maschi riproduttivi rimangono fedeli a particolari siti per un gran numero di anni. La permanenza dei maschi territoriali dura 35-122 giorni. Le nascite avvengono tra la metà di giugno fino a tutto luglio, sebbene il picco si abbia a giugno.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Le otarie orsine di Guadalupe si riproducono lungo le coste orientali dell'isola di Guadalupe, circa 200 km ad ovest della Baja California. Inoltre, alcuni esemplari sono stati avvistati presso le Isole Channel, in California meridionale, compresi due maschi che hanno stabilito i propri territori sull'isola di San Nicolas.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

La maggior causa del declino dell'otaria orsina di Guadalupe fu la caccia commerciale datale tra la fine del Settecento e gli inizi del secolo successivo. Nel 1825 questa specie scomparve dalle acque della California meridionale. Nonostante questo, nelle acque messicane la caccia continuò fino al 1894.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi