Antonio Veneziano (pittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Veneziano (da "Le Vite" del Vasari)

Antonio Veneziano, propriamente Antonio di Francesco da Venezia[1] (Venezia, ... – Firenze, 1388), è stato un pittore italiano.

'Madonna con Bambino', Antonio Veneziano, tempera su tavola, c. 1380, Museum of Fine Arts, Boston

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Documentato tra il 1369 e il 1388, fu allievo del celebre pittore Taddeo Gaddi. Nel 1387 completò gli affreschi del Camposanto di Pisa lasciati incompiuti da Andrea da Firenze ed ora danneggiati da un bombardamento durante la seconda guerra mondiale. Stando alle informazioni tramandateci da Vasari nelle sue Vite, tornato a Venezia lavorò nella sala del consiglio della Signoria. A Firenze affrescò il Chiostro di Santo Spirito.

Nel 1388 gli fu commissionata dalla confraternita palermitana dei disciplinati di San Nicolò lo Reale la pittura su tavola contenente l'elenco o ruolo dei confratelli defunti oggi conservata al Museo Diocesano di Palermo. Lavorò quindi con Andrea Vanni e poi a Firenze, nella basilica di Santa Maria Novella. Fu maestro di Gherardo Starnina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Chiarini, Dizionario biografico degli italiani, vol. 3, 1961.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ghiberti, Lorenzo, Lorenzo Ghiberti, I commentarii, Biblioteca nazionale centrale di Firenze, Firenze, Giunti, 1998.
  • Ladis, Andrew, Antonio Veneziano and the Representation of Emotions, Apollo 124/295 (September 1986), 154-161.
  • Vasari, Giorgio, Le Vite delle più eccellenti pittori, scultori, ed architettori.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37775542 · ISNI (EN0000 0004 4886 8044 · LCCN (ENnr91028711 · GND (DE121493466 · ULAN (EN500028372 · CERL cnp00565050