Antonio Pucci (gonfaloniere)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Pucci, a sinistra, accanto a Lorenzo de' Medici, Francesco Sassetti e suo figlio Federigo

Antonio di Puccio di Antonio Pucci (14181484) è stato un politico italiano, appartenente alla famiglia fiorentina dei Pucci, e grazie alla sua figura la famiglia Pucci crebbe notevolmente di importanza nella società fiorentina.

Figlio del fedelissimo di Cosimo il Vecchio Puccio Pucci, si arricchì con Luca Pitti in un'industria serica facendone il socio paritario e fu un fedelissimo di Casa Medici. A differenza di Luca infatti appoggiò sempre la linea medicea dominante, divenendo uomo di fiducia di Piero e di Lorenzo il Magnifico, ai cui indirizzi politici contribuì rivestendo varie cariche politiche: priore nel 1452, 1457 e 1475, gonfaloniere di giustizia nel 1463 e 1480, spesso magistrato dei Dieci di Balìa, soprattutto nei momenti chiave del 1452 e come Accoppiatore nel 1471 e nel 1474. Fu inoltre presente nella Commissione Fiscale del 1482 e in altre cariche esterne.

Si adoperò personalmente per la riconquista di Pietrasanta e fu in strettissimi rapporti epistolari col Magnifico durante la difficile riconciliazione col re di Napoli e col Papa. Non a caso venne ritratto accanto a Lorenzo e Francesco Sassetti nella scena della Conferma della regola di Domenico Ghirlandaio nella cappella Sassetti a Firenze.

Suo figlio Alessandro sposò Sibilla, figlia del Sassetti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ugolino di Niccolò Martelli, Ricordanze dal 1433 al 1483, Ed. di Storia e Letteratura, 1989.
  • Siro Innocenti, La Cappella Sassetti a Santa Trinita a Firenze, in AA.VV., Cappelle del Rinascimento a Firenze, Editrice Giusti, Firenze 1998. ISBN 88-8200-017-6

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie