Antonio Di Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonio Di Rosa (Messina, 17 aprile 1951) è un giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Scienze politiche, debutta professionalmente sulle pagine del Giornale di Calabria.

Nel 1978 è alla Gazzetta del Popolo, dove rimane fino al 1984, quando passa alla Stampa di Torino. Nel 1988 è al Corriere della Sera, dove diviene vicedirettore nel 1996, sotto la conduzione di Paolo Mieli.

Nel 2000 succede a Gaetano Rizzuto alla guida del quotidiano genovese Il Secolo XIX, dove rimane fino al 2004, diventando prima direttore poi editorialista della Gazzetta dello Sport.

Ha diretto l'agenzia di stampa e multimediale LaPresse sino a febbraio 2017. È stato vice del presidente Marco Maria Durante della stessa agenzia.

Dal 1º dicembre 2017 è il direttore del quotidiano La Nuova Sardegna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Direttore del Secolo XIX Successore
Gaetano Rizzuto dal 2000 al 2004 Lanfranco Vaccari
Predecessore Direttore della Gazzetta dello Sport Successore
Pietro Calabrese 1º dicembre 2004 - 6 febbraio 2006 Carlo Verdelli
Predecessore Direttore dell'agenzia LaPresse Successore
Ettore Boffano dal 2014 al 2017 Vittorio Oreggia
Predecessore Direttore della Nuova Sardegna Successore
Andrea Filippi dal 2017 a oggi
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie