Antonino Caltabiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonino Caltabiano
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 52 kg
Lotta greco-romana Wrestling pictogram.svg
Categoria Pesi mosca, pesi gallo
Termine carriera 1984
Palmarès
Mondiali 0 0 1
Giochi del Mediterraneo 1 1 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 29 ottobre 2018

Antonino Caltabiano (Catania, 21 aprile 1955) è un ex lottatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Catania nel 1955, gareggiava nella lotta greco-romana, nelle classi di peso dei 52 kg (pesi mosca) o 57 (pesi gallo). È fratello Giuseppe Caltabiano, anche lui greco-romanista nei pesi mosca, vincitore di due titoli italiani nel 1979 e 1983 e il bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Spalato 1979.[1]

Dopo aver vinto un titolo europeo espoir e 2 bronzi mondiali juniores, a 20 anni è passato tra i senior, vincendo l'argento nei 52 kg ai Giochi del Mediterraneo di Algeri 1975.

A 21 anni ha partecipato ai Giochi olimpici di Montréal 1976, nei 52 kg, perdendo il 1º turno, ma vincendo 2º e 3º, prima di fermarsi al 4º, eliminato dal rumeno Nicu Gingă, poi argento[2].

Passato ai pesi gallo, nel 1979 è stato oro ai Giochi del Mediterraneo di Spalato, ma soprattutto bronzo ai Mondiali di San Diego, dove ha chiuso sul podio dietro al sovietico Šamil' Serikov e al giapponese Kiwamu Kashiwagi.

L'anno successivo ha preso parte alle sue seconde Olimpiadi, quelle di Mosca 1980, nei 57 kg, dove ha passato 1º e 2º turno, ma è stato sconfitto nei 2 successivi, nell'ultimo dal rumeno Mihai Boțilă[3].

Nel 1983 ha vinto il bronzo nei 57 kg ai Giochi del Mediterraneo di Casablanca.

Ha chiuso la carriera l'anno successivo, a 29 anni, dopo aver partecipato per la terza volta ai Giochi olimpici, a Los Angeles 1984, nei 57 kg, dove con una vittoria e due sconfitte, non ha passato il turno eliminatorio[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Giochi del Mediterraneo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Livio Toschi, Lottatori e pesisti · 90 anni di successi: 1919-2009, Roma, Servizio Documentazione e Relazioni Pubbliche del Dipartimento dei VVF · Roma, 2009.
  2. ^ (EN) Pesi mosca Montréal 1976, su sports-reference.com. URL consultato il 29 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2012).
  3. ^ (EN) Pesi gallo Mosca 1980, su sports-reference.com. URL consultato il 29 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2012).
  4. ^ (EN) Pesi gallo Los Angeles 1984, su sports-reference.com. URL consultato il 29 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2012).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]