Anodontia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In odontoiatria, l'anodontia, o anche anodontia vera, è una malattia genetica rara caratterizzata dalla mancanza congenita di tutti i denti decidui e/o permanenti. È associata con il gruppo di malattie della pelle e del sistema nervoso chiamato displasia ectodermica. L'anodontia è comunemente parte di un più ampio quadro clinico e di rado occorre isolatamente.

"L'anodontia è l'assenza congenita dei denti e può presentarsi in alcuni (anodontia parziale o ipodontia) o tutti i denti, in entrambe le fasi di dentizione o solo quella dei denti permanenti." (Dorland's 1998). Si possono trovare altre denominazioni della malattia: anodontia parziale, agenesia, ipodontia, oligodontia, assenza congenita, anodontia, aplasia bilaterale. Anodontia è il termine usato nel vocabolario Medical Subject Headings (MeSH) reperibile su MEDLINE, sviluppato dalla United States National Library of Medicine. L'anodontia di almeno un dente permanente è la più comune anomalia dentale e può contribuire a disfunzione masticatoria, dell'espressione, malocclusione, o problemi estetici. (Shapiro, Farrington 1983). L'assenza degli incisivi laterali rappresenta il difetto più comune. Gli individui (la rilevazione è stata effettuata su bambini) con questa condizione sono percepiti come socialmente più aggressivi rispetto a persone senza anodontia. (Shaw 1981).[1]

L'anodontia parziale, nota come ipodontia, oligodentia, o in alcuni casi con il termine agenesia seguito dal nome dei denti mancanti, è l'assenza congenita di uno o più denti. L'assenza di tutti i denti del giudizio, o dei terzi molari è relativamente comune.

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

La sostituzione protesica di denti mancanti è possibile tramite l'utilizzo di impianti dentali o dentiere. Il trattamento può riuscire a dare ai pazienti un miglior controllo funzionale della loro bocca e un'apparenza meno discriminante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Shaw, W. (1981), The influence of children's dentofacial appearance on their social attractiveness as judged by peers and lay adults* 1, American Journal of Orthodontics 79(4), 399--415. Dorland. Dorland's Medical Dictionary. 1998

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina