Amici vitia si feras, facias tua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Amici vitia si feras, facias tua» è una locuzione latina la cui traduzione italiana è: «Se sopporti i vizi dell'amico (senza correggerli), li fai tuoi».[1]

La frase è una delle massime dello scrittore latino Publilio Siro ed è contenuta in Publilii Syri Sententiae[2], una raccolta tramandata in età imperiale di circa settecento massime di un solo verso, di carattere prettamente sentenzioso, attribuite a Publilio Siro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ De Mauri.
  2. ^ N. 10 Meyer.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina