Allan Graham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
PERSPECTIVE in a poinless universe, 2010

Allan Graham (San Francisco, 1943) è un artista statunitense contemporaneo.

Vive nel Nuovo Mexico. I suoi lavori spaziano dalla scultura alla pittura e ai video. Graham ha frequentato il San Francisco Art Institute e la San Jose State University. Successivamente è andato ad abitare ad Albuquerque, Nuovo Messico, dove si è diplomato in Fine Arts presso la University of New Mexico, nel 1967[1]. I suoi primi dipinti ricordano le forme delle maglie di rete; nella metà degli anni settanta, i suoi quadri divennero composizioni più aperte con forme di archi e a lisca di pesce[2].

Nel 1983 abbandonò la tela a forma quadrata convenzionale per nuove forme eccentriche, iniziò inoltre a lasciare il telaio visibile. Verso la metà degli anni ottanta, questa tendenza si sviluppò e diede forma ad una serie di dipinti-sculture ibride che ricordano in parte l'Arte africana e create con materiali quali il legno, la tela, i giornali e pagine dei libri[3]. Seguì un nuovo periodo caratterizzato da dipinti quasi monocromi su telai convessi, sculture create con libri e dipinti dalle forme irregolari e circolari sulle quali l'artista ha utilizzati pagine di libri come la Bibbia dei Navajo e l'Inferno di Dante.

Durante gli anni novanta ha dipinto una serie di lavori intitolata "Cave of Generation", caratterizzata da diversi stadi che portarono a pitture monocrome e di due colori, di grandi dimensioni. Ne seguì una nuova serie di lavori intitolata "Pre-hung (for those who suffer form)", ossia una serie di porte singole o doppie dipinte con la paletta.


Toadhouse[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 Graham iniziò a firmare i suoi lavori con lo pseudonimo di Toadhouse. Il nome Toadhouse ha origine da una struttura sotterranea che suo figlio e lui costruirono in Albuquerque, Nuovo Messico, e che attraeva molti rospi (Toadhouse, in italiano "Casa dei rospi"). I lavori firmati Toadhouse sono caratterizzati dall'utilizzo della parola scritta. Per una serie di lavori ha utilizzato auto-adesivi con slogan simili agli "haiku" giapponesi, applicati su paraurti cromati. Piccole parole scritte con la grafite caratterizzano invece i lavori appartenenti alla serie Cosmo-logical e UFO[4].

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Allan Graham and Robert Creeley, during the taping of "Add-Verse", 2004, photo by Gloria Graham

Graham è stato influenzato dal Buddismo Zen e dalla poesia buddista[5]. Il suo lavoro "Time is Memory", esposto in SITE, Santa FE, è una grande installazione comprendente sedici zafu di fronte ai quali sono posti famosi poemi buddisti sul tema della morte. Tra le influenze, Graham cita anche Robert Creeley.

Citazioni di Toadhouse[modifica | modifica wikitesto]

  • We move through a strange idea
  • Reason demands version sacrifice
  • Life would be a shame left to description
  • You are hear

Allan Graham nei musei[modifica | modifica wikitesto]

Musei in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Musei all'estero[modifica | modifica wikitesto]

  • Albright-Knox Art Gallery, Buffalo, New York
  • Museo Cantonale d'Arte, Lugano, Svizzera[6]
  • Fisher Landau Center, Long Island City, New York
  • High Museum of Art, Atlanta, Georgia
  • Museum of Albuquerque, Albuquerque, New Mexico
  • University of New Mexico Art Museum, Albuquerque, New Mexico
  • Museum of Fine Arts, Santa Fe, NM
  • Sheldon Memorial Art Museum, University of Nebraska, Lincoln Nebraska
  • Denver Art Museum, Denver, Colorado
  • Roswell Museum and Art Center, Roswell, New Mexico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Toadhouse, 2001
  2. ^ As REAL as thinking, 2000
  3. ^ Panza di Biumo, Gli anni ottanta e novanta dalla collezione, 1992
  4. ^ Tucson Weekly, October 11, 2001
  5. ^ The Brooklyn Rail, December 2007
  6. ^ Museo Cantonale d'Arte, Lugano: Allan Graham

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN11355676 · ULAN: (EN500335225