Alfabeto polacco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'alfabeto polacco è la forma di alfabeto utilizzato per scrivere la lingua polacca. È basato sull'alfabeto latino, sebbene siano presenti alcune lettere ed alcuni accenti specifici che servono per la trascrizione di particolari suoni caratteristici della lingua polacca.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'alfabeto è costituito da 32 lettere che includono 9 vocali e 23 consonanti arricchite da segni diacritici come l'ogonek (che significa "codina") (Ąą, Ęę), l'accento acuto (Ćć, Ńń, Óó, Śś, Źź), la barra obliqua (Łł), il punto sovrascritto (Żż). Fa inoltre uso di 7 digrammi, detti dwuznaki (ch [x], cz [t͡ʂ], dz [dz], dź [ʥ], dż [d͡ʐ], rz [ʐ], sz [ʂ]) e 1 trigramma, detto trójznak (dzi [ʥi]).

Le lettere[modifica | modifica wikitesto]

  1. Aa [a]
  2. Ąą [ɔ̃]
  3. Bb [b]
  4. Cc [ts]
  5. Ćć [t͡ɕ]
  6. Dd [d]
  7. Ee [ɛ]
  8. Ęę [ɛ̃]
  9. Ff [f]
  10. Gg [g]
  11. Hh [x]
  12. Ii [i]
  13. Jj [j]
  14. Kk [k]
  15. Ll [l]
  16. Łł [w]
  1. Mm [m]
  2. Nn [n]
  3. Ńń [ɲ]
  4. Oo [ɔ]
  5. Óó [u]
  6. Pp [p]
  7. Rr [r]
  8. Ss [s]
  9. Śś [ɕ]
  10. Tt [t]
  11. Uu [u]
  12. Ww [v]
  13. Yy [ɨ]
  14. Zz [z]
  15. Źź [ʑ]
  16. Żż [ʐ]

Le lettere Q, V e X non esistono nell'alfabeto polacco, e vengono utilizzate solo in termini derivati o di origine straniera. Molto spesso, vengono sostituite con kw, w e ks (come in kwarc quarzo, weranda veranda, ekstra extra).

I digrammi[modifica | modifica wikitesto]

  1. ch [x]
  2. cz [t͡ʂ]
  3. dz [dz]
  4. dź [ʥ]
  5. dż [d͡ʐ]
  6. rz [ʐ]
  7. sz [ʂ]

Il trigramma[modifica | modifica wikitesto]

  1. dzi [ʥi]