Alessandro Bocconi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Bocconi
AlessandroBocconi.jpg

Deputato dell'Assemblea Costituente
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano, Partito Socialista Lavoratori Italiani
Collegio Ancona
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della Giunta delle elezioni
  • Componente della Commissione per la Costituzione
  • Componente della Seconda Sottocommissione
  • Componente della Commissione speciale per riferire sul disegno di legge costituzionale "Proroga del termine previsto per la durata della Costituente"

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature I
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Democratico Italiano

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria
Titolo di studio laurea in giurisprudenza e scienze agrarie
Professione avvocato

Alessandro Bocconi (Ancona, 9 novembre 1873Roma, 23 agosto 1960) è stato un avvocato e politico italiano.

Laureato in giurisprudenza. Condannato per alcune sommosse filo-socialiste del 1898, riuscì a fuggire in Svizzera. Nel 1900 ebbe l'amnistia, fondò con altri la Camera del lavoro di Ancona, poi entrò a far parte del consiglio nazionale e della direzione del PSI. Nel 1909 fu eletto deputato nel collegio di Jesi appoggiato dai repubblicani e confermato alla Camera nelle successive elezioni. Nel 1922 entrò a far parte del Partito Socialista Unitario. Dal 1927 al 1940 visse a Parigi in esilio; nel 1928 Benito Mussolini lo richiamò in Italia ma rifiutò. Nel 1936 fu nominato presidente della Fratellanza marchigiana ed entrò in contrasto con il partito socialista perché aveva aderito al fronte unico. Nel 1943 tornò in Italia e aderì al CLN marchigiano. In seguito partecipò alla riorganizzazione del PSI e fu eletto all'Assemblea costituente. Dopo aver partecipato alla scissione di Palazzo Barberini nel 1948 fu nominato senatore di diritto per la I Legislatura della Repubblica Italiana.

Controllo di autoritàVIAF (EN295209960 · ISNI (EN0000 0003 9976 4897